sabato 7 maggio 2016

yazidi teenage girl

Awareness
IDC’s awareness efforts are focused on heightening public consciousness of the plight of Christians in the Middle East. We do this primarily by bringing this message to television, radio, print, and social media outlets across a spectrum of cultures, and by fostering broader community awareness through ecumenical and community outreach to churches, institutions of educations, and other organizations sharing similar values.


 my ISRAEL ] E TU NON VUOI MORIRE ANCHE TU PER ERDOGAN? può anche succedere che la pecora voglia morire per amore del lupo! [ Quindi ITALIA SPAGNA FRANCIA; hanno deciso di suicidarsi per pagare i delitti islamici sharia genocidio terrorismo di Erdogan! ] E TU NON VUOI MORIRE ANCHE TU PER ERDOGAN? [ La prima: è accettabile che la Nato abbia tra i suoi membri un leader come Erdogan, che promuove l'islamizzazione della Turchia, ha sostenuto l'Isis e sta trasformando il suo Paese in una dittatura? La mia risposta potete facilmente intuirla. La seconda riguarda la natura stessa della Nato. Di solito a interrogarsi sulla necessità del Patto Atlantico sono pensatori o partiti di sinistra, ma da qualche tempo anche alcuni osservatori liberali davvero indipendenti, avanzano più di un dubbio. In tal senso mi ha colpito la riflessione di Michele Moor, che nella Confederazione elvetica ha i gradi di colonnello ed è ex presidente della Società Svizzera degli Ufficiali. Un conservatore, insomma; il quale in un articolo pubblicato qualche giorno fa sul Corriere del Ticino affermava: A 67 Anni Dalla Sua Fondazione (4 Aprile 1949), Il Patto Militare Che Aveva L'obiettivo Di Arrestare L'avanzata Del Comunismo Sovietico E Di Garantire La Difesa Dei Paesi Aderenti, Ha Progressivamente Mutato La Propria Strategia, Rendendola Sempre Più Aggressiva E Offensiva. Non È Un Caso Che Gli Stati Uniti Detengano La Sovranità Assoluta Dell'organizzazione — Le Più Alte Cariche Militari Della NATO Sono Sempre Riservate A Ufficiali Statunitensi — E Che I Cosiddetti Paesi Alleati Offrano Supinamente Le Proprie Basi Territoriali, Nel Mediterraneo E Nell'Est Europeo, Agli Interessi Strategici Della Superpotenza. E ancora: Nello Scacchiere Geopolitico Del Sud, La Guerra Contro L'Isis È Diventata Lo Specchietto Per Le Allodole, Destinato A Garantire Agli USA L'espansione Nell'Egeo E Sulla Libia, Territorio Nel Quale Si È Pensato Di Avviare Un'operazione Militare, Ufficialmente Guidata Dall'Italia. Questa Avanzata Potrebbe Coinvolgere Prima O Poi Anche I Paesi Dell'asse Asiatico, In Primis La Cina, Per Evitare Che Diventino Partner Economici Della Russia. Dietro L'intenzione, Più Volte Dichiarata, Di Voler Difendere L'Europa Dalle Aggressioni Della Russia, Si Cela In Realtà La Volontà Di Espansionismo Interventista Che Ha Provocato La Crisi In Ucraina.

se la #Turchia non viene espulsa immediatamente dalla #UE e dalla #NATO? Giuro che tutti i regime #Bildenberg, ecc.. SpA #Banche #Centrali culto #NWO SPA #FED FMI: i massoni dovranno versare il loro sangue: nelle camere operatorie devono morire sotto i ferri! ] [ l direttore del quotidiano turco di opposizione Cumhuriyet, Can Dundar, è stato condannato a 5 anni e 10 mesi di prigione per violazione di segreto di Stato con la pubblicazione dello scoop sul passaggio di armi in Siria. Questo pomeriggio Dundar è scampato a un attentato a colpi d'arma da fuoco davanti al tribunale di Istanbul. Nello stesso processo, il suo caporedattore Erdem Gul è stato condannato a 5 anni. Un uomo armato ha attaccato il direttore del quotidiano di opposizione turca Cumhuriyet, Can Dundar, davanti al tribunale di Istanbul, dove il giornalista era in attesa della sentenza del processo che lo vede imputato per lo scoop sul traffico di armi in Siria. Dundar risulta illeso. L'assalitore è stato arrestato. Nell'attacco è rimasto ferito a una gamba, in modo non grave, un reporter di Ntv che si trovava nelle vicinanze. "L'attacco era rivolto a me, ma non so chi sia l'assalitore", ha detto Dundar.

hanno ucciso Giulio REGENI, per far vivere lui! Al-Sissi è diventato un saudita salafita: e il proverbio dice: "lupo non mangia lupo"! IL CAIRO, 7 MAG - Il deposto presidente egiziano Mohamed Morsi è scampato alla pena di morte in un quarto processo a suo carico conosciuto come "spionaggio per il Qatar". Lo si è appreso alla corte di assise del Cairo che ha deferito al Gran Muftì il fascicolo di sei degli 11 imputati, chiedendo quindi per loro la pena capitale, ma non quello dell'ex dirigente della Fratellanza musulmana deposto nel 2013.


siamo alla FOLLIA, e se qualcuno dice che ERDOGAN compra il petrolio da ISIS, lo fucilano sul posto? LA TURCHIA DEVE USCIRE DALLA NATO IMMEDIATAMENTE: OPPURE LA NATO DEVE COLLASSARE SI DEVE DISINTEGRARE! ANKARA, 7 MAG - Due persone sono state arrestate perché ritenute collegate all'uomo che ieri, davanti al tribunale ad Istanbul, ha aperto il fuoco contro Can Dundar, il direttore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet.
    Dundar, rimasto illeso, era in attesa della sentenza che lo ha visto poi condannare a 5 anni, insieme ad un collega, nel processo per violazione del segreto di stato su un passaggio di armi in Siria.
============

POLONIA e UCRAINA: SONO AGENTI MASSONI DEI FARISEI USUR SPA FED FMI, 666 CIA GLOBALISTI: SACERDOTI DI sATANA John Sidney McCain: IL LORO OBIETTIVO È PORTARCI IN GUERRA CONTRO LA RUSSIA! Polonia: proteste piazza contro governo. Opposizione, Pis mette a rischio futuro Paese nell'Ue

==========
QUINDI UN CAPO RELIGIOSO DECIDE L'ESITO DI UNA SENTENZA.. QUESTO È INCOMPATIBILE CON LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO: TUTTA LA LEGA ARABA SHARIA È DIVENTATA UNA MINACCIA GLOBALE! NOI NON POSSIAMO FARE UN PONTE CON LA LEGA ARABA, PER CAMMINARE SULLA LAMA DI UNA SCIMITARRA SHARIA! I NOSTRI POLITICI MASSONI CI HANNO VENDUTI A JaBULLoN IL CAIRO, 7 MAG - C'è anche il nome del direttore giornalistico di Al Jazeera fra quelli delle 6 condanne a morte emesse oggi in primo grado nel processo per spionaggio per il Qatar che vede imputato anche il deposto presidente egiziano Mohamed Morsi (per il quale non è stata invece chiesta la pena capitale). Lo si è appreso alla Corte d'assise del Cairo. Il direttore della tv satellitare qatariota, Ibrahim Hilal, è contumace come Alaa Sablane, l'altro giornalista di Al Jazeera - si è appreso in tribunale - condannato alla pena capitale. La sentenza deve però essere esaminata dal Gran Muftì e per la conferma si attende il 18 giugno.

============
TUTTI I MUSULMANI CHE NON ABIURANO IL NAZISMO TERRORISTICO DELLA SHARIA DEVONO ESSERE DEPORTATI IN SIRIA!
vittoria Khan Londra, Pakistan fa festa, Anche conducenti bus Karachi. Governo, nazione è fiera

============

    È UN CLASSICO: LORO lo DICONO, PERCHÉ UNIUS REI lo ha già DETTO DI LORO: CHE PER: Banche CENTRALI: FARISEI MASSONI, TRILATERALE BILDENBERG e TUTTE le loro FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE SENZA SOVRANITÀ MONETARIA, IL POPOLO? È SEMPRE UN CRIMINALE SE CERCA DI LIBERARSI DAGLI USURAI! Tribunale ucraino non riconosce repubbliche del Donbass come organizzazioni terroristiche 07.05.2016 Il tribunale distrettuale della città ucraina di Sumy nella sentenza della causa contro un ex ufficiale del servizio di sicurezza ucraino ha sottolineato che non c’è nessuno fondamento giuridico per ritenere le repubbliche autoproclamate del Donbass organizzazioni terroristiche. Questo è stato affermato nella sentenza del tribunale che il 28 aprile ha assolto un ex ufficiale del servizio di sicurezza, accusato di cercare di ottenere un posto di lavoro al ministero della Sicurezza della Repubblica popolare di Donetsk.

youtube 666 google ] articolo composto in 15 minuti circa [ avete visto? sono da un ora, in questo canale https://www.youtube.com/user/allChristianMartyrs e io ho già aperto le notifiche con successo, poi, si è bloccato di nuovo: e nonostante tutti i miei diversi tentativi, e i soldi che: ci ruba il NWO con il signoraggio bancario, non riesce a pagare un sacerdote di satana (una scimmia DARWIN SODOMA GENDER: altamente sottosviluppata), per rendere possibile, la mia tracciabilità: quindi, di poter aprire: nuovamente, la posta nuovamente, che segna che c'è qualcosa da leggere ma, che io non posso leggere!!! cioè le notifiche di google rimane fisso bloccato sul [1] ... ok, ora si è sbloccato nuovamente... e l'elefante ha partorito il topolino.. ohhhh, non c'é niente da leggere, oppure, i satana mi hanno già cancellato quello che qualcuno mi ha spedito da leggere!

#youtube 666 #google ] #facebook è salito sul carro del vincitore: #Rothschild il Re DEMONIACO di ISRAELE morto #SHARIA AMMAZZATO #OLOCAUSTO new #shoah, ed ha bloccato ad Unius REI, la possibilità di pubblicare commenti su ANSA! e poiché, di me la PAROLA DI DIO HA DETTO: "non verrà meno, e non si abbatterà, finché non avrà stabilito la giustizia su tutta la terra".. POI, per amore della giustizia, io PRENDERÒ quei traditori: ROTHSCHILD, #ANSA e FACEBOOK, LI BUTTERÒ IN UNA CELLA E GETTERÒ LA CHIAVE IN FONDO AL MARE!

===================
Christians account for 80% of persecuted minorities. ROTHSCHILD IL FARISEO USURAIO SPA FED NWO 666 SATANA CULTO SINAGOGA MASSONERIA REGIME BILDENBERG TRILATERALE: HA GIURATO TALMUD, TUTTO L'ODIO MORTALE CONTRO GESÙ CRISTO NATO A BETLEMME NELLA CASA DI DAVIDE! ... QUINDI FINIRÀ IN TRAGEDIA PER TUTTI: QUESTA GUERRA MONDIALE NUCLEARE! *** Joseph Fadelle. Iraqi writer convert to Christianity from Islam. *** Closing by Lola Velarde. Congress Director Closing by Lola Velarde. Congress Director. *** Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO. ========== ANSWER ========= Christians account for 80% of persecuted minorities. They are victims of the deliberate infliction of conditions of life that are calculated to bring about their physical destruction in whole or in part. They are being murdered, beheaded, crucified, beaten, extorted, abducted, and tortured. They have been victims of summary executions. They have been enslaved and forcibly converted to Islam.

Women and girls in particular have been subjected to forms of sexual violence such as rape, and have been victims of forced marriages and human trafficking. Children have been transferred to other groups and forcibly recruited. Christian churches and religious and cultural sites have been vandalized. Christian towns, villages, and districts have been devastated. Christians have suffered the interruption of humanitarian aid supplies and the bombardment of their homes by the so-called “ISIS/Da’esh”.

The European Parliament, the Council of Europe, the United States Congress (by unanimous vote of 393 members in favor and 0 against), Pope Francis, and Christian leaders from a broad array of faith traditions have called ISIS/ Da’esh’s actions against Christians and other religious minorities acts of genocide.

The WeAreN2016 Congress took place in New York from April 28th to April 30th. The event brought together experts and witnesses of the atrocities and exodus suffered by Christians and other religious minorities in Syria, Iraq, Nigeria, and other countries.

These witnesses was invited to speak at the United Nations headquarters in order to address world leaders and call them to take action on this important issue.
- See more at: http://maslibres.org/wearen2016en/#sthash.c2iOAyOc.dpuf
==============

Christians account for 80% of persecuted minorities. ROTHSCHILD IL FARISEO USURAIO SPA FED NWO 666 SATANA CULTO SINAGOGA MASSONERIA REGIME BILDENBERG TRILATERALE: HA GIURATO TALMUD, TUTTO L'ODIO MORTALE CONTRO GESÙ CRISTO NATO A BETLEMME NELLA CASA DI DAVIDE! ... QUINDI FINIRÀ IN TRAGEDIA PER TUTTI: QUESTA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!
*** Opening, Ignacio Arsuaga (President of CitizenGO and HazteOir.org) Opening, Ignacio Arsuaga (President of CitizenGO and HazteOir.org)
*** Fr. Douglas Al‐Bazi (Chaldean Catholic Church parish priest. Erbil, Iraq) Fr. Douglas Al‐Bazi (Chaldean Catholic Church parish priest. Erbil, Iraq)
*** Mons Joseph Danlami Bagobiri -Nigeria (Bishop of Kafanchan, Nigeria) Mons Joseph Danlami Bagobiri -Nigeria (Bishop of Kafanchan, Nigeria)
*** Jean-Clément Jeanbart, Melkite Greek Catholic Archbishop of Aleppo Jean-Clément Jeanbart, Melkite Greek Catholic Archbishop of Aleppo
*** Fr. Rodrigo Miranda, Missionarie in Syria. Fr. Rodrigo Miranda, Missionarie in Syria.
*** Sister María de Guadalupe, Missionarie in Syria. Sister María de Guadalupe, Missionarie in Syria.
*** Drew Bowling, Senior Policy Advisor Drew Bowling, Senior Policy Advisor
*** Kirsten Evans (Executive Director, In Defense of Christians) Kirsten Evans (Executive Director, In Defense of Christians)
*** Samia Sleman, yazidi teenage girl that escaped from ISIS Samia Sleman, yazidi teenage girl that escaped from ISIS
*** Carl & Marsha Mueller. Parents of Kayla Mueller Carl & Marsha Mueller. Parents of Kayla Mueller
*** Nina Shea. Director of the Center for Religious Freedom Nina Shea. Director of the Center for Religious Freedom
*** Eisham Asiq & Masih Asiq. Asia Bibi’s daughter and husband Eisham Asiq & Masih Asiq. Asia Bibi’s daughter and husband
*** Joseph Fadelle. Iraqi writer convert to Christianity from Islam Joseph Fadelle. Iraqi writer convert to Christianity from Islam
*** Closing by Lola Velarde. Congress Director Closing by Lola Velarde. Congress Director
*** Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO Closing by Alvaro Zulueta. Executive Director. CitizenGO
- See more at: http://maslibres.org/wearen2016en/#sthash.c2iOAyOc.dpuf




DR Congo – Christians killed, as thousands flee continuing Islamist violence

Published: May 6, 2016
Children in a displacement
 camp in northeast DR Congo in August 2015. Thousands have fled the threat of attack by militants of Muslim Defense International, formerly known as the Alliance of Democratic Forces.
Children in a displacement camp in northeast DR Congo in August 2015. Thousands have fled the threat of attack by militants of Muslim Defense International, formerly known as the Alliance of Democratic Forces.Photo courtesy of Open Doors
Islamist militants are suspected to have killed between 20 and 40 villagers in the eastern extremes of the Democratic Republic of the Congo, according to news reports and a World Watch Monitor source. Attackers carried machetes and axes into a village in North Kivu province, in eastern DRC, late in the evening on 3 May.
“Between 20:00 and 22:00, the enemy managed to get past army positions and kill peaceful residents in their homes, slashing their throats,” local administrator Bernard Amisi Kalonda told Agence France-Presse. “The 16 bodies are in front of me, killed by machete or axe.”
One local source later told World Watch Monitor on 6 May that as many as 34 may have died; another source quoted 38, including, he said, two elders and their wives of the CECA 20 (Communaute Evangelique au Centre de l’Afrique) Church. 
World Watch Monitor / Datawrapper
A local Christian missionary told World Watch Monitor on 4 May that thousands of people have fled the area. “It was eerie; hundreds of houses abandoned and thousands of people displaced,” the missionary said. “I saw four coffins and a funeral or two on the road. I saw people carrying their mattresses and things in cars, on motorcycles, on foot.
“Hundreds of homes along the road are abandoned. Where there was thriving community, there is now a ghost town.”
World Watch Monitor is withholding the missionary’s name for security reasons.
Gen. Jean Baillaud, the military chief of the UN’s 20,000-soldier force in the DR Congo, confirmed at least 17 people had been killed.
Local administrator Kalonda told AFP it is unknown if the attack was carried out by Muslim Defense International, formerly known as the Alliance of Democratic Forces. The 20-year-old alliance of Ugandan militants was first linked with former Ugandan dictator Idi Amin. It has long been active in the eastern regions of neighbouring DR Congo, and is responsible for the deaths of hundreds of civilians since 2014, according to the UN.
The MDI has repeatedly attacked the majority-Christian population in eastern DRC for years. Kidnapping and murder are common. It is alleged to have support from the Islamic government of Sudan, an assertion made by the Uganda government and backed by Western diplomatic sources. The group is accused of waging a proxy war for Sudan against Uganda as retribution for Uganda’s support of secessionists who broke away to form the nation of South Sudan in 2011.
The MDI is known to have attracted foreign recruits and to have forced Christians to convert to Islam.
The local population in the related area is overwhelmingly Christian (95.8%) and the impact on them has been immense. After this latest attack, World Watch Monitor heard from a pastor in the area who said the people are terrified but that while some contemplated fleeing again, others have opted to stay in the hope that things will normalise soon.
In a letter released a year ago, the Bishops of the Province of Bukavu (eastern DRC) denounced a “climate of genocide” and the passivity of the Congolese State and international community.
“Does the situation have to deteriorate even more before the international community takes measures against jihadism?” asked the Bishops in May 2015, according to whom “a strategy of forced displacement of populations is taking place in order to gradually occupy the land and install outbreaks of religious fundamentalism and terrorist training bases”, the Catholic news agency Fides reported.





07/05/2016 - IRAQ - SIRIA
Il direttore generale dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche parla di segnali “estremamente inquietanti” e fonte di “notevole preoccupazione”. Daesh disporrebbe di tecnologia, conoscenze e libero accesso a materiali e sostanze. Di recente Cina e Russia hanno chiesto una risoluzione del Consiglio di sicurezza Onu.



07/05/2016 - RUSSIA – GIAPPONE

Shinzo Abe: Vicini a una svolta epocale nei rapporti con Mosca


Il premier giapponese visita Vladimir Putin a Sochi e parla di “sensazioni nuove” riguardo gli accordi territoriali per i Territori del Nord, ovvero le isole Kurili. I due decidono di "coinvolgersi in maniera diretta" nei negoziati. La tensione ha impedito a Mosca e Tokyo di firmare un accordo di pace dopo la II Guerra mondiale.

07/05/2016 - PAKISTAN

Lahore, sciiti in piazza contro il “genocidio” della loro comunità

di Kamran Chaudhry
Decine di persone hanno manifestato di fronte al Club della stampa, sventolando bandiere verdi e intonando dei canti di lutto. Chiedono giustizia per l’ennesimo omicidio di quattro sciiti, avvenuto il 5 maggio scorso. Segretario del partito sciita: “In dieci anni i talebani hanno ucciso 25mila dei nostri”.

07/05/2016 - FILIPPINE

Elezioni nelle Filippine: i candidati pensano a un blocco contro "il nuovo dittatore"


Rodrigo Duterte è il favorito alla presidenza con il 33% dei consensi. Personaggio controverso, fa del pugno di ferro contro i criminali il suo cavallo di battaglia. L’attuale presidente Benigno Aquino auspica l’unione degli altri candidati in modo da ottenere la maggioranza: “Il rischio è quello di tornare alla legge marziale”.


07/05/2016 - INDIA

Diocesi di Miao, un nuovo ospedale per quattro milioni di pazienti


L’ospedale “Kirck e Bourry” è intitolato ai primi due martiri cattolici dello Stato dell’Arunachal Pradesh. La struttura ospedaliera è l’unica nel raggio di centinaia di chilometri. La costruzione è stata ultimata, ma servono altri 200mila dollari per comprare i letti e le attrezzature sanitarie. Le suore che gestiranno l’ospedale sono già arrivate dal Kerala.

06/05/2016 - PAKISTAN

Pakistan, l’ecumenismo “della televisione” non convince i cattolici

di Kamran Chaudhry
La Isaac Television è il primo canale satellitare cristiano del Paese, retto da una comunità pentecostale, e vorrebbe “una maggiore presenza dei leader cattolici” sulle proprie frequenze. Il direttore della tv cattolica di Lahore: “Grazie, ma è meglio tenere i piani separati”.

06/05/2016 - VATICANO

Papa: “aggiornare” l’idea di Europa, perché costruisca ponti e sia madre di un nuovo umanesimo


Alla cerimonia per il conferimento del Premio Internazionale Carlo Magno 2016, Francesco afferma che l’Europa deve ritrovare creatività, ingegno, capacità di rialzarsi e di uscire dai propri limiti che le appartengono. “Che cosa ti è successo, Europa umanistica, paladina dei diritti dell’uomo, della democrazia e della libertà?”. Dare spazio ai giovani cambiando il modello economico.

06/05/2016 - INDIA

Elezioni in India: per la prima volta votano anche le ex enclave bangladeshi


Ieri si sono svolte le elezioni in West Bengal e Assam. Alle urne anche 50mila persone che hanno votato per la prima volta. Tra di loro un uomo di 103 anni, che spera di avere presto un ospedale nel suo villaggio. Le enclave sono state costituite nel 1700 e sono rimaste senza una definizione giuridica fino allo scorso anno. Gli abitanti erano apolidi, senza assistenza sociale o sanitaria.

06/05/2016 - INDIA

Vasai, inaugurata una nuova chiesa per i tribali cattolici

di Nirmala Carvalho
La parrocchia di “Santa Madre di Dio” si trova a Talasari, nel cuore della missione tra gli adivasi. Durante la celebrazione l’arcivescovo di Vasai ha cresimato 260 fra ragazzi e adulti. Mons. Machado: “I nostri fratelli tribali sono solidi nella fede, saranno i leader di domani”.


06/05/2016 - SIRIA

Vescovo siriano: l’attacco al campo profughi di Idlib è anomalo. Ad Aleppo “violenza cieca”


Mons. Abou Khazen invita alla cautela sull’attacco al centro per rifugiati al confine turco, in cui sono morte 28 persone. Ad Aleppo la gente “vive nel terrore”, in molti “hanno ripreso a scappare”. La tregua “infranta migliaia di volte”, si profila una “catastrofe umanitaria”. Caritas Siria lancia una campagna di raccolta sangue per i feriti di Aleppo. Stasera a Damasco si prega per la pace.

06/05/2016 - VATICANO

Messaggio del Vaticano per il Vesak: Cristiani e buddisti per una “educazione ecologica”


Il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso propone ai buddisti di collaborare per “liberare l’umanità dalle sofferenze causate dai cambiamenti climatici, e contribuire alla cura per la nostra casa comune”. Cristiani e buddisti condividono la coscienza che i “deserti esteriori” sono provocati dai “deserti interiori”, e che la crisi ecologica è anzitutto “una crisi dell’io”.

06/05/2016 - PAKISTAN – VATICANO

Giornalista perseguitato: Il dolore nel dover abbandonare il proprio Paese per avere salva la vita

di Qaiser Felix
Qaiser Felix era un collaboratore di AsiaNews. Ieri ha portato la sua testimonianza durante la Veglia di preghiera per “asciugare le lacrime”. In Pakistan raccontava le storie della minoranza cristiana, perseguitata per la propria fede. È dovuto scappare quando gli estremisti islamici hanno minacciato di uccidere la sua famiglia. Grazie all’aiuto di AsiaNews e dei padri gesuiti, oggi vive e lavora a Venezia.

06/05/2016 - VATICANO

Papa: niente e nessuno, neppure un grande dolore, può toglierci la speranza cristiana che diviene gioia


“La gioia umana può essere tolta da qualsiasi cosa, da qualche difficoltà”. Gesù, invece, ci vuole donare una gioia che nessuno ci potrà togliere: “E’ duratura. Anche nei momenti più bui”.

06/05/2016 - INDONESIA

Jakarta, il “rosario biancorosso” per l’unità nazionale

di Mathias Hariyadi
L’arcidiocesi della capitale ha inaugurato un periodo di preghiera speciale per “gli eroi della nazione e per i politici”. Distribuiti migliaia di rosari con i colori della bandiera nazionale: “Simboleggiano la ricerca della verità e la santità”.


06/05/2016 - TURCHIA

Terremoto politico ad Ankara. Cronaca di un divorzio annunciato fra Erdogan e Davutoglu


Da diverso tempo si sussurrava di un conflitto fra il “Rais” Erdogan e lo “Hoja” (professore) Davutoglu. Il premier non vede bene le mire presidenzialiste del suo capo; il presidente non ama gli atteggiamenti pro-europei di Davutoglu. Erdogan rafforza l’alleanza con l’esercito in funzione anti-curda e anti-religiosa.

06/05/2016 - ISRAELE - PALESTINA

Gaza: Razzo israeliano colpisce una casa nella Striscia, uccisa una donna


Fonti ospedaliere riferiscono che la vittima è la 54enne Zeina Al-Amour. La donna è morta fra le macerie della sua abitazione, abbattuta da un missile lanciato da un carro armato di Israele. Da giorni in atto pesanti scontri fra l’esercito e Hamas. Scoperto un nuovo tunnel a 30 metri di profondità che dalla Striscia porta in territorio israeliano.

05/05/2016 - VATICANO

Papa: solo Gesù consola le lacrime di dolore del mondo, “un oceano di desolazione”


Francesco ha preseduto la veglia di preghiera “per asciugare le lacrime” di tutti coloro che hanno bisogno di consolazione. Uno dei testimoni è stato Qaiser Felix, giornalista pakistano che collaborava con AsiaNews e ha ricordato di aver dovuto lasciare il suo Paese, in quanto cattolico, per le minacce contro la sua famiglia da parte degli integralisti musulmani.

05/05/2016 - INDONESIA – MALAYSIA – FILIPPINE

Jakarta, Kuala Lumpur e Manila insieme contro la pirateria e Abu Sayyaf

di Mathias Hariyadi
Negli ultimi mesi le acque del mar Cinese meridionale sono state teatro di un’escalation di violenze e rapimenti. Le prime procedure “saranno efficaci entro la fine di maggio”. È guerra aperta al gruppo jihadista filippino Abu Sayyaf.


05/05/2016 - RUSSIA - SIRIA

Mosca celebra con un concerto la riconquista di Palmira, patrimonio Unesco


In scena l’orchestra sinfonica del teatro Mariinsky di San Pietroburgo, diretta dal maestro Valery Gergiev. Egli è un grande sostenitore del presidente Putin e, in passato, si è già esibito in altre aree teatro di guerra. Il concerto verrà trasmesso in tutta la Russia. Analisti: "Mosca vuole mostrare al mondo il proprio contributo alla rinascita della Siria".

05/05/2016 - INDIA

Andhra Pradesh, indagini concluse sul rapimento del vescovo: tre sacerdoti arrestati


Si tratta di p. Nalladimmu Raja Reddy di Mylavaram, p. Lingala Vijaya Mohan Reddy, parroco di Vallur, e p. Sanivarapu Marreddy, parroco di Renigunta. Le indagini hanno rivelato che i tre erano risentiti per alcune decisioni di mons. Prasad Gallela, che non aveva concesso loro fondi e incarichi di prestigio.

05/05/2016 - PAKISTAN

La gioia del Vangelo sui social media: la nuova missione delle suore di Lahore

di Kamran Chaudhry
La Chiesa pakistana ha ideato una serie di incontri per educare le religiose alla missione online in vista della Giornata mondiale della comunicazione del prossimo 8 maggio. Il primo del mese, 23 suore hanno partecipato ad una conferenza con a tema blog e siti internet: “Abbiamo una vocazione anche come cittadine della rete”.


05/05/2016 - BANGLADESH

Bangladesh, la Corte suprema condanna a morte il capo del Jamaat-e-Islami

di Nozrul Islam
Motiur Rahman Nizami è accusato di aver compiuto crimini di guerra, genocidio, stupro e massacro premeditato di intellettuali. All’epoca dei fatti, durante la guerra di liberazione del 1971, era il leader dell’ala studentesca del partito. La sua esecuzione è prevista tra qualche giorno, a meno che il presidente non conceda la grazia. Fonte cattolica: “Obiettivi politici dietro la condanna, ma il criminale non è innocente”. L’abbandono dei vecchi capi da parte della nuova generazione politica.

05/05/2016 - CINA – COREA

Cina: ucciso a colpi d’ascia un pastore protestante che aiutava i nordcoreani


Han Chung-ryeol aveva aperto una chiesa a Changbai – lato cinese della catena montuosa che segna il confine fra Corea del Nord e Cina – e aiutava gli esuli in fuga dal regime. Una fonte di AsiaNews: “Un omicidio così brutale potrebbe essere un segnale per il resto della galassia che aiuta i nordcoreani in fuga”.

05/05/2016 - YEMEN - ITALIA

Vicario salesiano: Il sacerdote rapito in Yemen è ancora vivo. Preghiamo per lui


Il p. Cereda conferma le ultime notizie secondo cui p. Tom, rapito da jihadisti, è “ancora vivo” e chiede di tenere alta l'attenzione sul suo caso. Egli esorta a tenere aperto il canale comunicativo e l’interesse dei media senza “esercitare pressioni” o alimentare “false speranze”. Dai salesiani messe, preghiere e adorazioni eucaristiche.

05/05/2016 - FILIPPINE

Lipa, 10mila persone in marcia contro le centrali a carbone


Guidati dall’arcivescovo, i manifestanti chiedono al presidente che verrà eletto il prossimo 9 maggio di smantellare tutti gli impianti elettrici inquinanti nel Paese. Mons. Arguelles: “Siamo nel mezzo di un’emergenza planetaria. Basta usare combustibili fossili”. Rimane grande il bisogno di energia nel Paese, in alcune zone non c’è luce per 4-5 ore al giorno. Superiore regionale Pime: “Speriamo che ci sia energia almeno il giorno delle elezioni”.


05/05/2016 - SIRIA

Aleppo, "tregua parziale" fra esercito siriano e gruppi ribelli


Dalla notte è in vigore un “parziale e traballante” cessate il fuoco fra i due fronti in lotta. Esclusi dalla tregua i gruppi jihadisti come lo Stato islamico e al Qaeda. Fondamentali le pressioni diplomatiche di Russia e Stati Uniti, preoccupate per l’escalation di violenze. In meno di due settimane 300 vittime civili nella capitale del nord.

05/05/2016 - INDIA

Madhya Pradesh, estremisti indù lanciano sassi contro una chiesa protestante

di Nirmala Carvalho
L’episodio è avvenuto nelle prime ore di questa mattina. Secondo gli integralisti, due uomini della parrocchia avrebbero danneggiato delle bandiere zafferano (colore simbolo del nazionalismo indù) esposte fuori dalla chiesa per la festa di Rama. Il rapporto della Commissione Usa per libertà religiosa conferma l’escalation di violenza contro i cristiani in India.


04/05/2016 - NEPAL

Lotta alle discriminazioni indù in Nepal: le vedove protestano vestite di rosso

di Christopher Sharma
Nella religione indù le donne che perdono il marito sono considerate impure. Non possono onorare gli dei, cantare, ballare e devono indossare solo abiti bianchi. Le discriminazioni colpiscono anche le “vedove bambine” e quelle vittime di matrimoni combinati. La nuova Costituzione proibisce tutte le violenze in nome della religione, tradizione e cultura.

04/05/2016 - FILIPPINE

L’escalation nelle violenze di Abu Sayyaf “frutto delle lotte politiche a Mindanao”


I terroristi hanno pubblicato un video in cui minacciano l’uccisione di altri tre ostaggi. Secondo una fonte di AsiaNews, l’intensa attività del gruppo jihadista negli ultimi mesi “è stata facilitata dalla battaglia per l’elezione del governatore della Regione autonoma musulmana del Mindanao”. I miliziani “sono una pedina del gioco politico. Il governo della Regione autonoma è uno dei più corrotti che ci sia e tratta con loro”.


04/05/2016 - SIRIA

Parroco di Aleppo: missili contro ospedali, scuole e moschee. Messe nel mondo per la pace


I capi delle comunità cattoliche di Aleppo lanciano un appello: messe e preghiere in tutto il mondo domenica per la fine delle violenze in città. Ieri colpito un ospedale nel settore governativo, morti 17 bambini. Colpita anche l’università, studenti per ore nei sotterranei per sfuggire alle bombe. P. Ibrahim: situazione drammatica, servono compassione e misericordia.




VATICANO
Papa: solo Gesù consola le lacrime di dolore del mondo, “un oceano di desolazione”



Francesco ha preseduto la veglia di preghiera “per asciugare le lacrime” di tutti coloro che hanno bisogno di consolazione. Uno dei testimoni è stato Qaiser Felix, giornalista pakistano che collaborava con AsiaNews e ha ricordato di aver dovuto lasciare il suo Paese, in quanto cattolico, per le minacce contro la sua famiglia da parte degli integralisti musulmani.

YEMEN - ITALIA
Vicario salesiano: Il sacerdote rapito in Yemen è ancora vivo. Preghiamo per lui



Il p. Cereda conferma le ultime notizie secondo cui p. Tom, rapito da jihadisti, è “ancora vivo” e chiede di tenere alta l'attenzione sul suo caso. Egli esorta a tenere aperto il canale comunicativo e l’interesse dei media senza “esercitare pressioni” o alimentare “false speranze”. Dai salesiani messe, preghiere e adorazioni eucaristiche.

TOP10

05/05/2016 RUSSIA - SIRIA
Mosca celebra con un concerto la riconquista di Palmira, patrimonio Unesco

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.