giovedì 22 dicembre 2016

LEGA ARABA ha la coscienza sporca

my ISRAEL ] sono dispiaciuto, e costernato, che, SALMAN, sia così anche, stupido oltre che cattivo, da pensare di poterci guadagnare dalla morte di Ebrei e Cristiani!

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
Mo: rinviato voto Onu sugli insediamenti ] piuttosto, NOI dobbiamo dire: "perché io non posso fare il cristiano nella LEGA ARABA e un musulmano può fare l'islamico in EuROPA?" è questo è il problema della reciprocità! QUESTO È EVIDENTE, FARISEI SATANISTI gay lobby GENDER MASSONI, e pervertiti, loro PENSANO CHE SIA PIÙ FACILE SOFFOCARE A MORTE I MUSULMANI (ignoranti) CHE NON I CRISTIANI E GLI EBREI (più evoluti spiritualmente).. QUINDI: Anticristo SpA NWO FMI, azionisti: Obama e MErkel, loro USANO i MUSULMANI SOLTANTO PER FARE IL LAVORO SPORCO: contro ebrei e cristiani!

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
il detentore del Capitale, il Fariseo SpA FED FMI è anche il detentore dei processi politici economici e produttivi, e poiché, lui è anche il Regime massonico Bildenberg, poi, lui è anche, Colui che sta terrorizzando Israele, e, sempre lui il Massone (il più alto specialista di ingegneria sociale della storia) è sempre lui che, sta islamizzando in mondo! allora, Come fa la LEGA ARABA a rifiutare il Genere umano che gli viene offerto dai Rothschild su di un piatto d'argento? ] e nessun usuraio culto Antimo Marandola potà mai difendere Israele adeguatamente! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/12/22/mo-rinviato-voto-onu-sugli-insediamenti_d985f3e9-1fef-4f19-af2a-b795e9a2b903.html
======
per favore potete abbassate tutti un poco, la vostra voce? mi disturbate!
================

SALMAN SAUDI ARABIA ] io ho la regalità sovrana del Regno di Dio (giustizia e Verità: tutti lo possono vedere e considerare), e quello che vale per te? Vale anche per tutti! Quindi in terra io sono il Regno di ISRAELE per la vita del mondo! .. e tutti coloro che glorificano Dio con la loro vita, opere, sentimenti ed azioni di giustizia e verità? loro sono con me!
SHARIAH 666 Salman SAUDI ARABIA ... È TUTTA SHARIAH COLPA TUA!
Im Yitzhak Kaduri's Messiah1 ora fa
SALMAN SAUDI ARABIA ] non esiste un problema politico(destra sinistra)! non esiste un problema religioso! non esiste un problema ideologico! [ ESISTE SOLTANTO UN PROBLEMA PERSONALE! IO SONO UNIUS REI. ] se appartieni a me ti proteggerò, se non appartieni a me, io ti distruggerò!
SHARIAH 666 Salman SAUDI ARABIA ... È TUTTA SHARIAH COLPA TUA!
Im Yitzhak Kaduri's Messiah.
  ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ Holy JHWH holy holy holy ]). [ Holy JHWH holy holy holy ] da un cimitero voi dovete uscire: e in cimitero voi dovete entrare definitivamente: Allah è SATANA JaBullOn! ALLELUIA ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] [ Holy JHWH holy holy holy ] ALLELUIA ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ Holy JHWH holy holy holy ]

SALMAN SAUDI ARABIA ] cosa ci vedi di strano? Il sono il Messiah e il Re degli ebrei, è normale ed è logico che, sia io a controllare il NUOVO ORDINE MONDIALE, le Bestie di Satana? il FMI BM? tutto è mio, tutto mi appartiene! ... QUINDI ANCHE TU MI APPARTIENI! .. ed io uccido chi si ribella a me, ma, io non disprezzo nulla di quello che mi appartiene!
SHARIAH 666 Salman SAUDI ARABIA ... È TUTTA SHARIAH COLPA TUA!
Im Yitzhak Kaduri's Messiah.
  ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ Holy JHWH holy holy holy ]). [ Holy JHWH holy holy holy ] da un cimitero voi dovete uscire: e in cimitero voi dovete entrare definitivamente: Allah è SATANA JaBullOn! ALLELUIA ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] [ Holy JHWH holy holy holy ] ALLELUIA ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ Holy JHWH holy holy holy ]

#FED #HITLER #ISIS #sharia #NWO #satana #SALMAN #SAUDI #ARABIA ] no! NON è colpa mia, tutti in Paradiso lo vanno dicendo! " Allah è SATANA JaBullOn! " ALLELUIA ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] insieme a quel coglione takfiro di tuo fratello? ne avete ammazzate di persone innocenti! [ a tutte le Nazioni del mondo! ] voi boicottate: il petrolio del predatore saudita! tutti devono boicottare il petrolio del assassino saudita!

#SALMAN BESTIA #SAUDI #ARABIA #SHARIA il tuo #Demonio #Allah ] ti rimprovera lo Spirito SANTO! io ho pensato di fare del bene a te, e tu hai pensato di fare del male, a tutto il Genere umano, per diffondere il nazismo della tua shariah, usando: utilizzando i sacerdoti di Satana della CIA e NATO! ] ti rimprovera lo Spirito SANTO!

FED HITLER ISIS sharia NWO Allah Satana TALMUD Bildenberg SpA Banking Seigniorage ] NO! NON PUOI FARMENE UNA COLPA! [ #SALMAN BESTIA #SAUDI #ARABIA #SHARIA ] no! NON è colpa mia, tutti in Paradiso lo vanno dicendo! " Allah è SATANA JaBullOn! " ALLELUIA ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] insieme a quel coglione takfiro di tuo fratello? ne avete ammazzate di persone innocenti! ] da un cimitero dovete uscire? e in cimitero dovete entrare definitivamente!

#SALMAN BESTIA #SAUDI #ARABIA #SHARIA ] tu lo sai che, il tuo Dio Rothschild, per rigenerare un nuovo ciclo monetario (sempre devitalizzate e usurocratico) e per farci uscire dalla Recessione, lui ha sempre bisogno di una vittima sacrificale: come ISRAELE Shoah Olocausto! ma, tu CREDI A ME: tu sei migliore di me, e come Israele, come vittima sacrificale, anche perché, io sono magro e povero, mentre tu sei un maiale grasso!

#SALMAN BESTIA #SAUDI #ARABIA #SHARIA il Demonio Allah ] è con il cazzo che USA NATO possono sconfiggere RUSSIA e CINA! .. non ti preoccupare, noi ci consoleremo con la tua carogna!
SHARIAH 666 Salman SAUDI ARABIA ... È TUTTA SHARIAH COLPA TUA!
Im Yitzhak Kaduri's Messiah2 mesi fa
la evacuazione di Aleppo sarebbe possibile se, shariah Arabia Saudita e suo shariah ISIS, e loro shariah galassia jihadista, cioè se loro possono rinunciare agli scudi umani! [ my is ISRAEL ] tu hai visto? il NWO facebook mi ha costretto a rispondere a Guido Elia utilizzando soltanto il mio nome e cognome! [ #Guido Elia dubito che Israele: il MASSONE. lui sia in grado di addomesticare i salafiti wahhabiti islamici del genocidio akbar shariah! QUELLA È TUTTA IPOCRISIA del NWO sharia: per sterminare a morte tutti i popoli del mondo! certo, noi possiamo ammettere che la logica del NWO li può tenere insieme ( Israele ed Arabia Saudita per natura sono inconciliabili), ma, anche quelli nella NATO SPA FED sono i cannibali satanisti farisei massoni SpA FMI usura mondiale 666 microchip a tutti.. e tu il microchip 666 NWO , tu dove lo hai preso? non riuscirete mai a fare qualcosa che sia fedele alla Bibbia, rimanendo nel NWO perché voi siete i Baal di Gezabele queen second UK, voi siete il satanismo del FMI: e alto tradimento signoraggio bancario e regime Rothschild Bildenberg, voi per JHWH? VOI SIETE LA ABOMINAZIONE! hanno ragione gli islamici che vogliono disintegrare Israele, soltanto che loro non sono consapevoli di essere meritevoli anche loro di essere disintegrati.. perché loro hanno il permesso di Allah di poter uccidere i dhimmi, cioè persone del tutto innocenti!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2016/10/03/colombia-vince-il-no-a-accordo-con-farc_bf56ed77-bbc9-4c2d-80f2-6e8f33d5ad74.html

=====
Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
questi sono SHARIA metodi nazisti, e la CRIMINALE TURCHIA è la parte migliore della LEGA ARABA, il più gigantesco genocidio di popoli soffocati dalla shariah, il più grande STERMINIO e genocidio sistematico: QUASI ININTERROTTO: di 1400 anni, il più grande orrore di tutta la storia del genere umano! ] IL GENERE UMANO SCOMPARIRÀ SE LA LEGA ARABA NON VERRÀ VOTATA DA VOTO STERMINIO! [ ISTANBUL, 22 DIC - Sono quasi 5 mila i dipendenti delle università turche allontanati per sospetti legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen dopo il fallito colpo di stato del 15 luglio. Lo ha detto all'agenzia statale Anadolu Yekta Sarac, capo del Consiglio supremo per l'educazione (Yok). Di questi, 3.850 sono accademici e 947 amministrativi. Tra quelli che hanno fatto ricorso contro i provvedimenti, ha aggiunto, solo 16 sono stati reintegrati. ] se noi abbiamo degli ebrei che vanno facendo i parassiti come uno Stato nella Stato? Poi, avalliamo tutte le calunnie che i Nazisti hanno fatto agli Ebrei! Diciamo che a mungere i popoli SCHIAVI del populismo disperati e soffocati dalla esorbitante tassazione usurocratica del SIGNORAGGIO BANCARIO, sono tutte le Carogne crapule dei Regimi massonici Bildenberg (addio, democrazia e Stato di Diritto per tutti! ) che questi si, sono il Governo Ombra Rothschild transnazionale! Quindi se vogliamo sopravvivere alla inevitabile guerra mondiale, noi dobbiamo restituire ai popoli la sovranità monetaria, e dobbiamo di pari passo restituire agli ebrei una loro Patria... oppure tutti i popoli come pecore vogliono tutti pascolare nelle proprietà Rothschild SpA FED FMI BCE BM, che questo è il satanismo del NWO! NEW YORK, 22 DIC - Il voto in Consiglio di Sicurezza Onu su una risoluzione che chiede la fine degli insediamenti ebraici nei Territori occupati e' stato rinviato, potenzialmente "sine die", hanno detto fonti diplomatiche occidentali all'Onu.
La risoluzione era stata fatta circolare dall'Egitto e sarebbe stato l'Egitto a chiedere il rinvio dopo aver ricevuto istruzioni dal Cairo. Il voto era stato messo in calendario per oggi alle 15 ora di New York, le 21 in Italia. Prima della richiesta di rinvio, il premier israeliano Benjamin Netanyahu e poche ore dopo Donald Trump avevano chiesto all'amministrazione Obama di porre il veto sul testo che chiedeva "la fine immediata e completa di tutti gli insediamenti nei Territori palestinesi, inclusa Gerusalemme Est". Un testo simile nel 2011 era stato affondato dal veto americano, e non e' chiaro se stavolta gli Stati Uniti avrebbero fatto il bis o si sarebbero astenuti lasciando passare il documento.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/12/22/turchia-5mila-fuori-atenei-dopo-golpe_cbb897de-400f-4f9c-aa46-0450b7f25db6.html

=======

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
se noi abbiamo degli ebrei che vanno facendo i parassiti come uno stato nella Stato? Poi, avalliamo tutte le calunnie che i Nazisti hanno fatto agli Ebrei! Diciamo che a mungere i popoli SCHIAVI del populismo disperati e soffocati dalla esorbitante tassazione usurocratica del SIGNORAGGIO BANCARIO, sono tutte le Carogne crapule dei Regimi massonici Bildenberg (addio, democrazia e Stato di Diritto per tutti! ) che questi si, sono il Governo Ombra Rothschild transnazionale! Quindi se vogliamo sopravvivere alla inevitabile guerra mondiale, noi dobbiamo restituire ai popoli la sovranità monetaria, e dobbiamo di pari passo restituire agli ebrei una loro Patria... oppure tutti i popoli come pecore vogliono tutti pascolare nelle proprietà Rothschild SpA FED FMI BCE BM, che questo è il satanismo del NWO! NEW YORK, 22 DIC - Il voto in Consiglio di Sicurezza Onu su una risoluzione che chiede la fine degli insediamenti ebraici nei Territori occupati e' stato rinviato, potenzialmente "sine die", hanno detto fonti diplomatiche occidentali all'Onu.
La risoluzione era stata fatta circolare dall'Egitto e sarebbe stato l'Egitto a chiedere il rinvio dopo aver ricevuto istruzioni dal Cairo. Il voto era stato messo in calendario per oggi alle 15 ora di New York, le 21 in Italia. Prima della richiesta di rinvio, il premier israeliano Benjamin Netanyahu e poche ore dopo Donald Trump avevano chiesto all'amministrazione Obama di porre il veto sul testo che chiedeva "la fine immediata e completa di tutti gli insediamenti nei Territori palestinesi, inclusa Gerusalemme Est". Un testo simile nel 2011 era stato affondato dal veto americano, e non e' chiaro se stavolta gli Stati Uniti avrebbero fatto il bis o si sarebbero astenuti lasciando passare il documento.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/12/22/mo-rinviato-voto-onu-sugli-insediamenti_d985f3e9-1fef-4f19-af2a-b795e9a2b903.html

SALMAN SAUDI ARABIA ] IN REALTÀ: io non devo fare una azione coercitiva per uccidervi! NON CE NE È BISOGNO! Senza di me, almeno, al minimo 5miliadi di persone in questo Pianeta? sono già morte! .. e se siamo fortunati? ogni forma di vita può sparire da questo pianeta, e forse è meglio così!

SALMAN SAUDI ARABIA ] se la paura può uccidere? decine di milioni di persone: moriranno per la paura! .. e tu sei peggio della morte, perché tu sei cattivo!

========================
questo è un delirio maniacale islamico che trae la la sua forza demoniaca nella intolleranza della shariah! Strage di Berlino, la polizia ] a caccia del terrorista tunisino [ Caccia all'uomo, in tutta la Germania e anche nei paesi vicini. Anis Amri, tunisino, 24 anni, probabilmente ferito, sicuramente armato è sospettato di essere il responsabile della strage di Berlino. L'invito ai cittadini è di fare attenzione, scrive Repubblica. Il presunto terrorista era stato quattro anni in carcere in Italia; ora su di lui è stato spiccato un mandato di cattura europeo. Intanto dalle ricostruzioni della polizia, risulta che il camionista polacco a cui l'attentatore ha sottratto il tir poi lanciato sulla folla presente al mercatino di Natale, fosse ancora vivo al momento dell'attacco e abbia cercato di fermare il terrorista (Avvenire). Da Israele invece arriva la conferma che una delle 12 vittime è l'israeliana Dalya Eliakim, in vacanza con il marito a Berlino e investita dal camion lunedì scorso. Il marito, Rami, è invece ancora ricoverato in ospedale in condizioni serie.

Strage di Berlino, perché. “I tedeschi ora si chiedono 'Perché?' come gli ebrei durante il nazismo”, scrive sul Fatto Quotidiano Leonardo Cohen, parlando della strage terroristica nella Capitale tedesca. “Warum se lo chiesero gli ebrei dinanzi allo sprofondo dell'Olocausto, e se lo chiese e ce lo chiese Primo Levi, nel suo squassante indagare sull'annientamento dell'uomo, su I sommersi e i salvati, "perché io?”, scrive il giornalista. “La Storia replica di nuovo il suo turpe inventario: corpi senza identità, giovani generazione Erasmus sacrificati in nome di un'ideologia malata e fanatica, vite spezzate senza ragione: appunto, perché?”. Intanto manifestazioni in tutta la Germania con la partecipazione dei rappresentai dei tre grandi monoteismi sono stati organizzate per le prossime ore, scrivono Avvenire e l'Osservatore Romano. Sul Fatto invece Furio Colombo risponde a un lettore che si chiede perché la guerra in corso non venga definita “di religione”: buttando Dio nella mischia, afferma Colombo, “si disarmano i veri sentimenti religiosi e si dà vita a un odio contro odio, motivato dal fatto che io non posso permettere che il mio nemico sia peggiore di me. In questa gara a chi odia di più, ed è capace di fare più male, l'invocazione di Dio è necessaria come lo è stata nei secoli”.
==============

IO NON SO CHE PENSARE.. FORSE È COME ANDARE DALLA FATTUCCHIERA PER SAPERE: "" CHI È STATO? "" MA PER IL CASO MORO TUTTI SAPEVANO CHI ERA STATO! Sequestro Moro e coinvolgimento palestinese. Dai cassetti segreti di una storia infinita come il caso Moro, ora affiora una nuova vicenda che conferma il rapporto privilegiato e oscuro. intrecciato dallo Stato italiano con i movimenti palestinesi, nella stagione in cui questi praticavano attività terroristiche: nell’aprile 1978 - quindici giorni prima che il prigioniero Aldo Moro venisse ucciso, dalle Br - dunque nel momento di massima crisi dello Stato repubblicano - i Servizi italiani attivarono un canale riservatissimo con i palestinesi per sondare una trattativa. Obiettivo: la liberazione del presidente democristiano. Ma la trattativa ben presto naufragò (La Stampa e il Corriere).

====================

GLI ISLAMICI VOGLIONO IL PIANETA, INFATTI HANNO IL NAZISMO DELLA SHARIA: PREPARATEVI A MORIRE, TUTTA LA LEGA ARABA È UN GENOCIDIO A CIELO APERTO!! la risoluzione presentata dall'egitto. “L'eccidio in Siria non interessa, l'Onu si occupa solo d’Israele”. Ha colto di sorpresa Israele la decisione del Cairo di presentare ieri sera al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite una risoluzione contro gli insediamenti israeliani in Cisgiordania. Nella bozza del provvedimento si afferma che gli insediamenti non “hanno alcuna validità legale”, sono “una palese violazione” del diritto internazionale e si chiede l’“immediata e completa cessazione di ogni attività” a loro legata “nei territori palestinesi occupati, inclusa Gerusalemme est” (dal testo della risoluzione). Tutto ciò sarebbe, afferma il testo proposto dall’Egitto, “essenziale per il recupero della soluzione dei due Stati” in quanto queste attività sono “mettono in pericolo” la possibilità di un futuro Stato palestinese in Cisgiordania. “Una risoluzione di questo tipo – ha dichiarato poco dopo la circolazione della bozza l’ambasciatore d’Israele all’Onu Danny Danon – non servirà a fare passi avanti per il processo di pace, ma sarà solo un premio delle Nazioni Unite alla politica palestinese di incitamento del terrore”. Il Primo ministro Benjamin Netanyahu ha invece chiesto attraverso i social network agli Stati Uniti di porre il veto sulla risoluzione che dovrebbe essere votata alle 15 ora di New York (le 21 italiane) in Consiglio.
22 DIC - E' di 47 civili uccisi, tra cui almeno 8 minori, il bilancio di raid aerei turchi nel nord della Siria, in una zona controllata dall'Isis. Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui l'aviazione di Ankara ha bombardato posizioni civili nel distretto di al Bab, a est di Aleppo.
Paoletto Saccomandi ·
Adesso voglio vedere se quella stronza della Power griderà allo scandalo all'ONU.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/12/22/siria-47-civili-morti-in-raid-turchi_dd1abb6f-92e3-4b21-9978-e5b756f333f4.html

Siria, perché l’Occidente si schiera con i terroristi? Aleppo è stata liberata da parte dell’esercito di Assad, ma l’Occidente piange i terroristi, si dispera per la sconfitta di Daesh, dei combattenti di Al-Nusra e di altra brava gente. L’attentato all’Ambasciatore russo ha segnato una pugnalata alle spalle di chi il terrorismo lo combatte per davvero, mentre l’Occidente si schiera con i terroristi. La Tour Eiffel spenta in segno di lutto dopo la liberazione di Aleppo, i media occidentali che non si spendono più di tanto nel condannare il terrorista che ha ucciso l'Ambasciatore russo Karlov ad Ankara, arrivando addirittura in certi casi a giustificarlo. Immaginiamo solo per un istante se al posto dell'Ambasciatore russo fosse stato ucciso un suo omologo europeo o americano, che cosa avrebbero detto allora? La Tour Eiffel spenta in segno di lutto dopo la liberazione di Aleppo © Foto: Capture d'écran, YouTube La Tour Eiffel spenta in segno di lutto dopo la liberazione di Aleppo La Siria è stremata, ma quello che accade nel panorama mediatico in Occidente è assurdo, la "commedia" è diventata ancora più evidente dopo la liberazione di Aleppo. Mentre l'Occidente piange i terroristi, la Siria lotta per la libertà. Sputnik Italia ha raggiunto per una riflessione in merito Padre Mtanios Haddad, siriano, archimandrita melchita, rettore della basilica di Santa Maria in Cosmedin a Roma. — Padre Haddad, come potrebbe commentare l'attentato all'Ambasciatore russo Karlov ad Ankara? — Vorrei fare le mie condoglianze alla famiglia dell'Ambasciatore, al popolo russo, al presidente Putin, perché l'Ambasciatore rappresentava il suo Paese. Per me questo non è stato solo un attentato terroristico, ma anche un tradimento della pace. Visto che la Russia è in prima fila per la lotta al terrorismo e si è presa la responsabilità di dare un po' di pace e tranquillità al Medio Oriente, l'attentato all'Ambasciatore è un tradimento, una pugnalata alle spalle. Il terrorismo non può toccare i simboli dei Paesi. I leader dell'organizzazione terroristica Fateh al-Sham (foto d'archivio)   Orient TV/Handout via Reuters Terroristi di Fateh al-Sham rivendicano l'omicidio dell'ambasciatore russo I terroristi sono delle persone concrete e la loro filosofia di vita è il terrorismo che uccide l'altro, perché loro non vogliono dialogare con l'altro. I terroristi non accettano né la religione né le ragioni dell'altro, loro cancellano l'atro. Questa non è una forza, ma la debolezza dell'uomo che non vuole vedere l'altro vicino a sé. Quello che è successo ad Ankara è un tradimento della pace, della giustizia e dell'uomo stesso. — Tornando alla Siria, lei come ha reagito, da siriano, alla liberazione di Aleppo dai terroristi da parte dell'esercito di Assad, appoggiato dalle forze russe? — Quel giorno nella nostra Chiesa ha avuto luogo un concerto per la pace dei cori orientali a Roma e io ho detto in quell'occasione che per noi è una gioia vedere la seconda città della Siria liberata. Ribadisco, è una vergogna dire che Aleppo sia caduta. Aleppo non è mai caduta, è tornata allo Stato siriano con tanti sacrifici del nostro esercito, che ha pagato con il sangue e i martiri. Anche i russi hanno pagato come noi con il sangue e con molti sforzi. Vorrei ringraziare i russi per questo e per il centro di Hmeimim, che non è solamente una base militare, ma una base anche di pacificazione, di riconciliazione. Io come siriano sono orgoglioso perché abbiamo creato un Ministero per la riconciliazione del popolo. Anche la base russa di Hmeimim ha avuto un ruolo importante per la liberazione di Aleppo e la riconciliazione dei siriani. La Siria è libera e sarà libera sempre per convivere pacificamente fra religioni. I terroristi, pagati da destra e da sinistra, sono arrivati in Siria proprio per rompere questa convivenza. Cittadini di Aleppo festeggiano la libeazione della città dai terroristi Daesh   Omar Sanadiki La popolazione di Aleppo scende in strada a festeggiare la liberazione della città — L'Occidente ha reagito in modo negativo alla liberazione di Aleppo. Perché secondo lei l'Occidente piange i cosiddetti ribelli moderati e terroristi vari? — L'Europa e l'America hanno recitato una commedia dicendo che fra tre mesi non ci sarebbe più stato Assad, che il presidente siriano avrebbe perso la sua legittimità. Loro volevano arrivare fino alla fine della loro corsa, invece con la Russia e la Siria abbiamo cambiato questa corsa, stiamo lottando con il terrorismo. Gli occidentali non vogliono accettare la loro sconfitta, non vogliono dire ai propri popoli che le loro mani sono sporche del sangue dell'esercito siriano. L'Occidente voleva andare fino in fondo con questa commedia, che mi fa piangere. Fin dall'inizio l'Europa ha fatto questo brutto gioco. Non si può dire che c'è un'opposizione moderata. Vediamo l'esercito del governo legittimo e vediamo una persona che viene per uccidere un mio fratello o un mio nipote nell'esercito… questa sarebbe un'opposizione moderata? A mio avviso se questa persona viene dall'interno allora è un traditore, se viene dall'esterno è un comprato. Aleppo, Siria   Ammar Abdullah Gli abitanti di Aleppo dicono che l'opposizione moderata commette torture ed esecuzioni — Fin dove si voleva arrivare con questa "commedia"? — L'Europa voleva imporre alla Siria una situazione che avrebbe diviso il Medio Oriente in Stati etnici. Noi rifiutiamo questa divisione su base etnica. Noi crediamo alla nazione, allo Stato. Io sono siriano e sono cristiano, in Libano ci sono altri cristiani, noi non facciamo una nazione. Noi viviamo in diversi Stati e siamo fedeli allo Stato. L'America e l'Europa hanno aiutato i "ribelli moderati" con le armi, i Paesi del Golfo hanno fatto lo stesso. È stato creato un corridoio che ha fatto entrare i terroristi. Stanno giocando con il sangue siriano. Noi abbiamo pagato con il sangue del nostro popolo, del nostro esercito per difendere la libertà della Siria. Finalmente abbiamo liberato Aleppo. — Come si immagina il futuro della Siria, qual è il suo auspicio? — La Siria va liberata da Aleppo fino a Palmira, dove sono tornati i terroristi. Va liberata Idlib. Tutto il Medio Oriente deve essere ripulito da questo terrorismo, basato sull'estremismo dove si uccide in nome di Dio. Questo è un peccato mortale come si dice nel nostro linguaggio. In Siria hanno distrutto l'uomo, le infrastrutture, le scuole, gli ospedali, chiese e moschee di chi non ha la stessa fede. Hanno distrutto la convivenza. — La Siria era proprio un esempio perfetto di convivenza fra religioni e etnie prima della guerra, no? — Sì, vorrei che la Siria tornasse proprio a questo. Dobbiamo imparare la lezione del terrorismo. Noi tutti, di diverse religioni, etnie, colori dobbiamo tornare insieme più forti di prima. La pace costa molto meno della guerra. Anche in Europa la coscienza si deve risvegliare. Devono farci vivere nel nostro Paese con dignità, cristiani e musulmani. Non vogliamo essere rifugiati, sfollati, vivere con l'elemosina degli europei. — Nella lotta al terrorismo in Siria qual è il ruolo della Russia a suo avviso? Aleppo © Sputnik. Ali Hassan Ministero degli esteri: la Russia ad Aleppo ha fatto l’impossibile — Faccio gli auguri al popolo russo, perché anche in Russia ci sono tante culture, etnie, lingue, come in Siria. La Russia ha capito il pericolo del terrorismo ed è venuta ad aiutare un governo legittimo e un popolo che ha avuto questo virus del terrorismo. Come ho detto prima, io non vedo Hmeimim come una base militare, bensì come un centro della riconciliazione. Vedo nella Russia un modello di persone credenti, cristiani, musulmani e di altre confessioni, che possono convivere insieme. Questo modello sia in Russia sia in Siria deve vincere. La pace è la speranza, siamo nel periodo del Natale. La nascita di Gesù Cristo è la nascita del Re della pace e speriamo che arrivi la pace per la Siria, per la Russia, per l'Europa, dove c'è stato solo qualche giorno fa un altro attentato terroristico. Dobbiamo mettere fine al terrorismo, in Siria deve tornare la convivenza, la giustizia e la speranza. Così potremo dire a tutti noi: Buon Natale. Grazie alla Russia adesso noi abbiamo questa speranza, mi auguro che il 2017 sia un anno pieno della grazia di Gesù Cristo, un anno pacifico di carità e misericordia.
 https://it.sputniknews.com/opinioni/201612213821825-siria-occidente-schiera-terroristi/

FP: l'unico modo per proteggere l'Occidente è costringere la Merkel ad andarsene. Angela Merkel dovrebbe andare via, questo è l'unico modo per proteggere “l’ordine democratico dell'Occidente", scrive su Foreign Policy Matthias Mattchus, professore associato di economia politica Internazionale presso la Scuola di studi internazionali avanzati dell'Università John Hopkins Secondo lui, ora, molti guardano alla Merkel come "l'ultima speranza del mondo libero" e quindi insisteranno sulla sua rielezione nel prossimo anno. "Le speranze sono pericolosamente fuorvianti. Dare alla Merkel il mantello della leadership morale non è corretto, bisogna interpretare i suoi 11 anni di permanenza nella carica di cancelliere" scrive Mattchus. L'autore ritiene che con l'inizio della crisi globale del 2008 si è caduti su quattro fronti. In primo luogo, con i problemi di debito della zona euro. Cercando di risolverli, il governo tedesco ha imposto una rigorosa economia e riforme strutturali ai Paesi debitori, che ha portato a conseguenze disastrose per l'intera unione monetaria, il cui futuro sembra ancora "come minimo traballante". In secondo luogo, la Merkel ha subito un crollo per la soluzione della crisi ucraina e nella costruzione delle relazioni con la Russia in questo contesto. Secondo l'autore, la Germania si è completamente fidata della NATO e delle misure delle sanzioni. Ma, dal punto di vista dell'autore, questo ha solo rafforzato il potere di Vladimir Putin nel suo Paese. Ora la Merkel dovrà confrontarsi con Donald Trump, che è "poco interessato" a sostenere le misure restrittive e che ha dimostrato il desiderio di riallacciare i rapporti con Mosca. Il terzo fronte, di cui parla l'autore è la crisi dei rifugiati. Quando la Merkel ha detto "ce la possiamo fare", molti l'hanno applaudita. Ma alla fine questo gesto le si è rivolto contro, quando l'UE ha dovuto stringere un "cinico accordo" con Erdogan, per fermare il flusso di rifugiati. Dopo questa operazione il problema non è affatto risolto. Infine, né la Merkel, né l'Unione Europea nel suo complesso, sono riusciti a fermare "il progressivo scivolare verso l'autoritarismo" di Ungheria e Polonia, osserva l'autore. Pertanto, dal punto di vista dell'autore, la Merkel ha dimostrato che non è in grado di risolvere nessuna delle quattro crisi in Europa, quindi la Germania ha bisogno di qualcuno di fresco, idealmente non collegato né con lei, né con il suo partito "Unione cristiano-democratica", la CDU. "È evidente: se la Merkel continuerà a guidare l'Europa, la regione continuerà ad essere un potere in declino e gli Stati Uniti di Trump, e la Russia di Putin, potranno facilmente ignorarlo" riassume l'autore.. https://it.sputniknews.com/mondo/201612223826571-germania-merkel-occidente/

Messa in dubbio la versione ufficiale dell’assassinio dell’ambasciatore russo in Turchia L’analista argentino Guadi Calvo, nell’analizzare l’assassinio dell’ambasciatore russo ad Ankara, Andrei Karlov, per mano del criminale, Mevlüt Mert Altıntas, un poliziotto turco di 22 anni, si è posto varie domande interessanti. Andrey Karlov © Sputnik. Iskandar Aminov Siria, per Kandur (Akp/Turchia) omicidio Karlov tentativo contro pace Era l'assassino un lupo solitario? Formava parte di qualcuno dei molteplici gruppi terroristici che operano in Turchia, incluso lo Stato Islamico? Si è trattato di un carico di "fattura" al presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il quale da da vari mesi, nella sua corsa verso il "sultanato", ha lasciato da parte centinaia di militari e uomini della sicurezza? L'analista argentino si chiede se questa sia stata una operazione di un qualche servizio segreto dell'Occidente per dinamitare la crescente alleanza tra Ankara e Mosca, di cui l'ambasciatore Andrei Kárlov, era uno dei più importanti artefici. Questo è stato un modo per far ricordare dell'Emirato del Caucaso del Nord, che il presidente Vladimir Putin viene perseguendo duramente per arrivare al Campionato mondiale di calcio 2018, ripulito dal terrorismo locale? Si è trattato di una azione disperata della diplomazia saudita, del Qatar e di Israele nel suo peggiore momento di fronte a Washington? I leader dell'organizzazione terroristica Fateh al-Sham (foto d'archivio)   Orient TV/Handout via Reuters Terroristi di Fateh al-Sham rivendicano l'omicidio dell'ambasciatore russo Un atto con dedica del califfo Ibrahim, leader del Daesh, al Sultano Erdogan della Turquía, nel fargli sentire che gli hanno tolto l'appoggio? O l'aver messo in moto qualcuna delle mafie locali dei narcotrafficanti di di venditori di armi, petrolio o trafficanti di persone, che associati ad Erdogan hanno fatto grandi affari in questi ultimi anni e a quelli che il Sultano ha deciso di chiudere i mercati, in vista delle sue necessità della realpolitik? Quello che è certo è che Altıntas ha avuto sufficiente tempo e sangue freddo, per tirare fuori la sua pistola, puntare alle spalle del diplomatico e sparare, convinto che si trovava a pochi secondi per partire verso lo Yanna, il tanto meritato paradiso dove viaggiano i martiri, coloro che muoiono per Allah. Andrey Karlov, l'ambasciatore russo in Turchia © Foto: Russian Embassy in Turkey Hürriyet: l'uccisione dell'ambasciatore russo è una vergogna per la Turchia Prima di essere eliminato, dagli stessi uomini che gli avevano permesso di entrare e piazzarsi dietro l'ambasciatore, e gli hanno permesso di sparare gli otto colpi di pistola contro Karlov, ed ha potuto tirare fuori i suoi slogan da terrorista, in cui rivendicava la sua azione come risposta ai colpi contro il fondamentalismo islamico, nella città siriana di Aleppo in questi ultimi giorni e che rappresenta la sconfitta più contundente dello Stato Islamico, dalla sua apparizione nel Luglio 2014. Mevlüt mert Altıntas è stato eliminato appena conclusa la sua diatriba, forse per il fatto che i morti non parlano, e che con la sua morte noi rimaniamo senza conoscere i dettagli della sua azione. Da adesso in avanti tutte le ipotesi saranno speculazioni. Secondo Calvo, oltre ai risultati delle indagini nessuno potrà convincere l'opinione pubblica mondiale del fatto che, per qualche cosa di più, gli ha sparato Mevlüt mert Altıntas, quando ha attaccato l'ambasciatore Karlov. Turkish police secure the area near an art gallery where the Russian Ambassador to Turkey Andrei Karlov was shot in Ankara, Turkey, December 19, 2016   Umit Bektas Due terrorismi Ha ricordato che, mentre gli otto proiettili contro l'ambasciatore russo erano in aria, a poco più dei duemila kilometri da lì, in pieno centro di Berlino, un camion, nel migliore stile dell'attacco di Nizza del Luglio scorso, ha investito e trascinato una moltitudine di persone che assistevano ai mercatini di Natale di de Breitscheidplatz, che fino ad oggi hanno prodotto 12 vittime e 48 feriti, alcuni gravi. Si è indicato che, mentre ancora le autorità tedesche insistono a non arrivare a conclusioni affrettate, non c'è dubbio che il camion Scania, tra le dozzine di persone che ha spinto in avanti, ha anche trascinato quel poco consenso con cui contava la cancelliera Angela Merkel nelle sue politiche sui rifugiati. Secondo gli investigatoiri, l'accidente porta indizi come per segnalare un presunto attacco terroristico. Camion piomba su un mercatino di Natale a Berlino © AP Photo/ AP Da Nizza a Berlino: i media tedeschi parlano del nuovo "scenario" terroristico La scorsa notte è stato arrestato un sospetto di essere l'autista del camion, con patente di Danzica, Polonia, che era riuscito a scappare dal posto mentre che il suo presunto accompagnatore o ostaggio, di nazionalità polacca, era rimasto morto in cabina. Se si conferma l'attentato, questo sarebbe il primo con vittime in Germania, visto che l'anteriore accaduto un paio di mesi addietro in un treno della Baviera, soltanto aveva lasciato alcuni feriti. Il partito di ultradestra, per adesso soltanto islamofobico ed antiimmigrazione, AfD, ha responsabilizzato la Merkel di quanto accaduto ed è uscito a conquistare più adesioni per la sua lotta dontro le politiche delle porte aperte, già richiuse d'altra parte, della cancelliera. (……) Questi sono i molti dubbi e le domande che ci si pongono su questi avvenimenti ma, al di fuori di questi, un forte olezzo di "servizi di intelligence" si sprigiona da alcuni di questi avveninenti ed in particolare da quello dell'assassinio dell'ambasciatore russo.
 https://it.sputniknews.com/punti_di_vista/201612223825532-dubbio-versione-ufficiale-assassinio-ambasciatore-russo-turchia/

Ucraina: osservatori italiani come terroristi
L’Ucraina, che vuole così tanto entrare nell’Unione europea, stila liste nere di cittadini europei indesiderati e dà praticamente dei terroristi agli osservatori italiani. A diversi esponenti politici e personaggi pubblici italiani sono arrivate delle letterine dal Ministero degli Esteri, non con gli auguri di Natale, ma con l'avviso di non recarsi in Ucraina, Stato dove questi cittadini sono considerati una minaccia per la sicurezza nazionale, in altre parole dei terroristi. Il Ministero italiano sconsiglia quindi di recarsi in un Paese dove i propri cittadini potrebbero imbattersi in brutte sorprese. Alessandro Bertoldi © Foto: fornita da Alessandro Bertoldi Alessandro Bertoldi Si tratta di un Paese il cui governo però è appoggiato dall'Unione europea. L'Europa, così attenta ai diritti umani, dovrebbe sapere che in Ucraina a tal riguardo non sono proprio rose e fiori. Di questi giorni è il post su Facebook del deputato ucraino Parasiuk in cui lui definiva un eroe l'assassino terrorista dell'Ambasciatore russo ad Ankara. Quest'amicizia imbarazzante fra Bruxelles e il governo ucraino reggerà anche con Donald Trump? Sputnik Italia ha raggiunto per un'intervista Alessandro Bertoldi, opinionista, già dirigente del centrodestra e osservatore indipendente in Crimea e Donbass, finito nelle blacklist ucraine. — Alessandro, ti è arrivata un'altra lettera dal Ministero degli Esteri, dove ti sconsigliano di andare in Ucraina, Paese che ti reputa una minaccia per la sicurezza nazionale. Che cos'hai fatto di così terribile? — La lettera arrivata dal Ministero degli Esteri italiano riporta il decreto presidenziale di Poroshenko di ottobre, in cui lui va a comporre una lista di cittadini indesiderati, ritenuti un pericolo per la sicurezza nazionale ucraina, potenziali terroristi che "violano le libertà e i diritti dei cittadini ucraini e l'integrità del Paese". Io non ho fatto nulla, sono stato per diverse volte osservatore durante la crisi ucraina, prima in Crimea e poi nel Donbass. A Donetsk ho seguito le presidenziali della Repubblica di Donetsk. Inoltre ho dato il mio contributo con un gruppo di consulenti italiani di alto livello, come l'ex presidente della Provincia autonoma di Bolzano, considerato un modello per l'autonomia e la convivenza nel mondo. L'accusa di violazione dei confini è ridicola, perché io non ho trovato i confini. Sono stato a Rostov, in macchina sono andato a Donetsk. Quando sono passato dalla frontiera, dove la parte russa ha controllato l'uscita dal Paese secondo le norme internazionali, ho trovato dall'altra parte dei militari della Repubblica di Donetsk e non dei militari ucraini. Se gli ucraini non controllano i loro confini, è un problema loro e non di chi li attraversa rispettando i controlli. La lettera del Ministero degli Esteri italiano spedita a Alessandro Bertoldi © Foto: fornita da Alessandro Bertoldi La lettera del Ministero degli Esteri italiano spedita a Alessandro Bertoldi — L'Ucraina vorrebbe tanto entrare nell'Unione europea. In teoria dovrebbe risultare un po'più simpatica nei confronti dei cittadini europei invece di stilare liste nere, fare sanzioni. Non è paradossale tutto ciò? — È molto paradossale, probabilmente chi governa in questo momento e il sempre più povero popolo ucraino non capiscono che l'Europa che piace loro non è l'Europa intesa come insieme di nazioni e popoli. Si tratta in realtà dell'attuale establishment burocratico di Bruxelles, ma quella non è l'Europa, sono dei funzionari europei non eletti dai cittadini europei. Vladimir Putin © Sputnik. Alexei Druzhinin È ora di fidarsi della Russia, parla Putin (in italiano) Gli ucraini confondono la simpatia politica da parte di alcuni funzionari europei per una sorta di alleanza europea, che potrebbe aprire loro le porte per entrare nell'Ue, in cui si sentirebbero intoccabili. Non è così, intanto il loro Paese per come lo gestiscono, assomiglia alla Libia: una gestione a clan, in cui si picchiano ogni giorno in Parlamento, dove non si rispettano i diritti dell'uomo. Molto spesso sentiamo casi di prigionieri, gente arrestata senza validi motivi, noi stessi siamo inseriti in questa lista senza ragioni, solo per antipatia politica. È un Paese che non può essere considerato a pieno una democrazia e come tale non può vantare il diritto di stare in Europa. — Nonostante il problema con i diritti civili, la crisi economica, movimenti neonazisti ucraini che sfilano per Kiev, perché in Unione europea si trovano politici che appoggiano il governo ucraino? Oro scita della Crimea © East News/ AP Photo/Peter Dejong Il caso di oro scita della Crimea potrebbe diventare un precedente? — Esistono diversi motivi. Alcuni Paesi europei danno un valore strategico militare alla lotta contro la Russia e al sostegno dell'Ucraina, geograficamente strategica. È un motivo quindi puramente ideologico, alcuni Paesi hanno scelto di stare da una parte e di non cercare il dialogo. Si tratta dei Paesi del nord Europa, che hanno importanti incarichi nelle istituzioni europee oppure dei Paesi dell'Est Europa, che in passato si trovavano nella zona di influenza russa e oggi "si vendicano" in questo modo. Inoltre ci sono persone, come in tutte le istituzioni, che ragionano in maniera del tutto personale, spesso non rappresentando i propri cittadini. Ci sono poi persone fortemente ideologizzate ed estremiste. Mi riferisco per esempio alla deputata polacca che ha definito tutti noi, Sputnik stesso, parte di un disegno di distruzione dei servizi segreti russi e una serie di cose che nulla hanno a che vedere con quello che riguarda noi osservatori o i giornalisti di Sputnik. Questo attacco purtroppo è sostenuto da un modo di pensare predominante nelle istituzioni europee, solo per il momento però. — Secondo te questa situazione come cambierà con la presidenza di Trump? — Cambierà in meglio. La visione di Trump, a differenza della Clinton, che ha prodotto ulteriori vittime nel mondo, consiste in un modello di convivenza globale. È un modo per ritrovare una partnership strategica fra Stati Uniti, Europa e Russia, questo favorirebbe la pace nel mondo. Centro di rappresentanza DNR a Torino © Foto: fornita da Eliseo Bertolasi A Torino apre il Centro di rappresentanza della DNR Scriverò una lettera al Ministero degli Esteri, al Ministro Alfano e al Direttore del dipartimento degli affari regionali per la pubblica sicurezza, per conoscenza anche all'Ambasciatore ucraino a Roma. In una lettera breve, diretta e incisiva, insieme agli auguri di Natale scriverò: la lettera che mi avete inviato cari dottori, dovete inviarla anche a Donald Trump e vediamo che cosa vi risponderà! Questa sarà la mia risposta, che credo sia la risposta di molti cittadini italiani e europei, anche degli americani che hanno scelto Trump e non la Clinton. Queste persone non vogliono la guerra, ma vogliono ritrovare la pace e sconfiggere il vero mostro, che è il terrorismo islamico internazionale, non di certo la Russia, Trump o i movimenti politici democratici che attraversano l'Europa oggi. I fenomeni estremisti e filonazisti, intere frange dell'esercito ucraino che perseguono i cittadini con un'altra opinione dalla loro, sono seriamente preoccupanti per tutti. L'Ucraina ha bisogno di elezioni democratiche, non condizionate dall'attuale terrorismo di Stato.
 https://it.sputniknews.com/opinioni/201612223826982-ucraina-osservatori-italiani-come-terroristi/

Il Consiglio dei Ministri dell'Ucraina rifiuta di accreditare giornalisti Ria Novosti
 Il Gabinetto dei Ministri dell'Ucraina ha negato ai giornalisti dell'agenzia di stampa Ria Novosti, del gruppo "Russia oggi", l'accredito per assistere a una riunione di governo in relazione all'esecuzione di un decreto della Verkhovna Rada, ha riferito la portavoce del governo di Irina Konopatko "C'è una documento con l'elenco dei media. Siete un media russo, di provenienza russa, come "Interfax Ucraina", è registrato come media in Ucraina e "RBK Ucraina". I media senza registrazione purtroppo non possono essere ammessi alle sessioni del Consiglio dei Ministri" ha detto Konopatko. Secondo lei si tratta solo dell'ammissione al Consiglio dei ministri, in altri ministeri l'accesso verrà deciso con una soluzione per ogni singolo reparto. In precedenza a Ria Novosti è stato rifiutato l'accredito dalla Verkhovna rada, dal Servizio di sicurezza dell'Ucraina, dall'amministrazione del Presidente, dal Ministero degli affari esteri, dal Ministero della difesa e una serie di altri dipartimenti. La decisione di rifiutare l'accredito è arrivata tre giorni dopo l'attacco dei radicali all'ufficio di Kiev di Ria Novosti.
 https://it.sputniknews.com/mondo/201612223826031-rianovosti-consiglioministri-accredito/

================

“UE è intrappolata nella morsa delle sanzioni contro la Russia” Tutto sommato le sanzioni antirusse non arrecano molti danni all'economia europea, ma allo stesso tempo si trasformano nel pomo della discordia all'interno della UE e rafforzano la posizione dei populisti di destra, e soprattutto non portano il risultato desiderato, scrive Der Standard. Le sanzioni non hanno indebolito la posizione di Putin sia all'interno del Paese che sulla scena internazionale, ma hanno generato l'effetto contrario. Pertanto l'Europa ha bisogno di annullare le misure afflittive contro la Russia il più presto possibile, tuttavia solo a condizione di concessioni reali da parte di Mosca, anche se è difficile che il Cremlino prenda questa strada. Allo stesso modo appesantire le sanzioni è impossibile. Nella storia questo tipo di misure non solo sono state inefficaci, ma anche controproducenti. "Allora perché ancor oggi gli Stati utilizzano questo strumento?" — si chiede l'autore dell'articolo Eric Frey. Perché non vogliono guardare passivamente la violazione dei diritti umani e del diritto internazionale, ma allo stesso tempo hanno paura di adottare misure più severe, spiega Frey: "le sanzioni sono sempre state una sorta di placebo per i valori di politica estera". Se non provocano gli effetti desiderati, semplicemente vengono estese, ma più a lungo vengono perseguite più forte emergono le differenze tra i vari Paesi. "In un primo momento possono sembrare un simbolo di solidarietà internazionale, ma poi diventano motivo di scontro e di conflitti aperti", — ritiene l'autore. "L'UE è bloccata nella trappola delle sanzioni, che lei stessa ha messo," — conclude Eric Frey.
 https://it.sputniknews.com/politica/201612223825660-Occidente-geopolitica-diplomazia-Putin-Cemlino/

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
il detentore del Capitale, il Fariseo SpA FED FMI è anche il detentore dei processi politici economici e produttivi, e poiché, lui è anche il Regime massonico Bildenberg, poi, lui è anche, Colui che sta terrorizzando Israele, e, sempre lui il Massone (il più alto specialista di ingegneria sociale della storia) è sempre lui che, sta islamizzando in mondo! allora, Come fa la LEGA ARABA a rifiutare il Genere umano che gli viene offerto dai Rothschild su di un piatto d'argento? ] e nessun usuraio culto Antimo Marandola potà mai difendere Israele adeguatamente! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/12/22/mo-rinviato-voto-onu-sugli-insediamenti_d985f3e9-1fef-4f19-af2a-b795e9a2b903.html


Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
Mo: rinviato voto Onu sugli insediamenti ] piuttosto, NOI dobbiamo dire: "perché io non posso fare il cristiano nella LEGA ARABA e un musulmano può fare l'islamico in EuROPA?" è questo è il problema della reciprocità! QUESTO È EVIDENTE, FARISEI SATANISTI gay lobby GENDER MASSONI, e pervertiti, loro PENSANO CHE SIA PIÙ FACILE SOFFOCARE A MORTE I MUSULMANI (ignoranti) CHE NON I CRISTIANI E GLI EBREI (più evoluti spiritualmente).. QUINDI: Anticristo SpA NWO FMI, azionisti: Obama e MErkel, loro USANO i MUSULMANI SOLTANTO PER FARE IL LAVORO SPORCO: contro ebrei e cristiani! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/12/22/mo-rinviato-voto-onu-sugli-insediamenti_d985f3e9-1fef-4f19-af2a-b795e9a2b903.html

Esto es extraordinariamente importante y (dadas las fechas), URGENTE.

Tengo que ir cerrando planes, programar de una manera responsable la actividad que vamos a desarrollar en 2017 haciendo oír tu voz defendiendo la vida, la familia y la libertad.

2017. ¿Podemos permitir que el lobby LGTB, y los medios y los políticos que les apoyan, adoctrinen sexualmente a nuestros hijos y nietos?; ¿podemos ignorar (en cualquier sentido de la palabra) el hecho de que en España hoy van a matar a más de 300 seres humanos, como tú y como yo, en el vientre de sus madres, antes de nacer, por aborto?; ¿dejamos, sin más, que ataquen, muchas veces incluso de forma sacrílega, nuestra religión?

Si no tenemos el dinero suficiente para actuar, tendremos que dejar sin más que ocurra cualquier cosa de esas. No sé a qué podríamos renunciar, qué planes de los que ya tenemos en cartera descartar por falta de fondos.

Estoy seguro de que quieres que HazteOir.org, en 2017, siga llevando tu voz donde haga falta, cuando haga falta.

lorenzo, para que podamos seguir haciéndolo, ¿puedes ayudarnos con una cuota mensual de, al menos, 15 euros para que podamos seguir llevando tu voz en 2017, siempre, donde haga falta, para defender la vida, la familia y la libertad?

https://go.hazteoir.org/hazte_socio_ahora.html (puedes modificar o cancelar tu aportación mensual en cualquier momento)

De todo corazón, te deseo que en esta muy próxima Navidad pases unos días felices en compañía de tu familia, con la bendición del Niño Jesús.

Un fuerte abrazo,

Ignacio Arsuaga Rato y todo el equipo de HazteOir.org

P. D. Este correo es un recordatorio de otro, mucho más largo, que sobre esto mismo te escribí la semana pasada y que te copio aquí debajo. Si ya nos respondiste, por favor, discúlpanos, este correo de hoy lo recibes por error.

---MI CORREO DE LA SEMANA PASADA SOBRE ESTO---

¡Hazte socio!

¡urgente! necesitamos 800 nuevos socios

Para que en 2017 podamos seguir llevando tu voz, siempre, donde haga falta.

Para seguir defendiendo la vida y luchar para acabar con el aborto.

Para seguir defendiendo la familia y evitar que adoctrinen sexualmente a nuestros hijos y nietos.

Para seguir defendiendo la libertad religiosa y frenar el ataque laicista a nuestras creencias.

Para seguir ayudando a los cristianos perseguidos, expulsados de sus casas, de su país, torturados, muertos por su fe.

¿lorenzo, puedes ayudarnos con una cuota mensual de, al menos, 15 euros para que podamos seguir haciendo todo esto, contigo, en 2017?

(15 euros o cualquier otra cantidad que te parezca oportuna)

haz clic en el botón para hacerte socio

(puedes modificar o cancelar tu aportación mensual en cualquier momento)

Sin HO muchas veces no sabría cómo decir y gritar lo que pienso sobre muchos temas, sin vosotros me sentiría más sola y sin la capacidad de cambiar algo las cosas. Desde el fondo de mi corazón, GRACIAS... a todas las personas que forman parte de este maravilloso intento de mejorar el mundo. Gracias por permitirme ser parte de él.

Lucía, socia de HazteOir.org desde 2011.

Hola, lorenzo:

No podemos fallar… esta madrugada me he desvelado pensando en todo esto.

2017, el futuro de HO, que podamos seguir trabajando como hasta ahora, llevando tu voz siempre, donde haga falta, defendiendo la vida, la familia y la libertad, depende de ti, lorenzo.

Necesito tu ayuda. Y la necesito ahora...

Me he desvelado... No se trata de miedo, ni de preocupación en el mal sentido de la palabra; es que me ha despertado uno de los pequeños y al volver a acostarme (me ha tenido levantado un buen rato) me he puesto a pensar y no dejaba de darle vueltas a la enorme responsabilidad que tenemos.

Esta mañana, en cuanto me he sentado delante del ordenador, me he puesto a escribirte este correo, el correo del año, el más importante porque es el correo de los proyectos y las esperanzas para 2017.

De tu respuesta depende, en gran medida, el trabajo de HazteOir.org del año que viene.

Por eso te ruego encarecidamente que, aunque es largo, lo leas entero, hasta el final y, si puedes, que me ayudes a sacar adelante los planes que en él te cuento.

Pero antes de eso, de contarte los planes que tenemos para 2017, permíteme (y disculpa que no haya empezado por ahí) que te diga, CON MAYÚSCULAS, ¡GRACIAS, MUCHAS GRACIAS!

Gracias por todo lo mucho y bueno que has hecho en este 2016 defendiendo la vida, la familia y la libertad, apoyando nuestro trabajo.

Con tu ayuda, sin ella habría sido imposible, este año que ya se acaba, 2016, hemos hecho muchísimas cosas.

Como te venimos informando puntualmente de ellas a través  de nuestra Web y el correo electrónico, te apunto aquí, brevísimamente, solo algunas: hemos puesto en marcha la primera Ambulancia-Vida, en Madrid, salvando a niños del aborto; llevado la exposición Expo-Vida por distintas ciudades de España y la han visitado cientos, miles de personas; dado conferencias por toda España hablando de la situación de los cristianos perseguidos y de las amenazas del laicismo europeo; auxiliado a familias cristianas, ayudado a construir ambulatorios y facilitado fondos para ayuda humanitaria y becas de estudio para jóvenes refugiados en Kirkuk (Irak); organizamos la segunda edición del Congreso de Cristianos Perseguidos en la sede de las Naciones Unidas, en Nueva York, con el apoyo de la Santa Sede; producido una película sobre los cristianos perseguidos; superamos (en un millón) el objetivo de 4.000.000 de suscriptores en nuestra plataforma internacional CitizenGO; Actuall, nuestro periódico online, llega cada mañana a casi 100.000 pantallas y recibe más de un millón de visitas al mes de sus lectores; organizado (las Redes Locales de voluntarios de HO, DAV y Maslibres) movilizaciones y actos de muy diversa índole; colaborado muy activamente con la campaña europea pro-familia: ‘Madre, padre, niños’; etc.; etc.
Y... frenamos los ataques a la Semana Santa; conseguimos que se retirara la publicidad de un programa de Telecinco que aplaudía el incesto; que se retirara la propuesta de linchamiento público de Mons. Cañizares por defender la verdadera familia; que El Corte Inglés retirara un anuncio en el que se discutía el derecho de los niños a una familia natural, etc., etc.

¡Gracias a ti, han sido muchas las campañas de recogida de firmas que han terminado en un rotundo éxito!

Estoy seguro de que quieres que HazteOir.org, en 2017, siga llevando tu voz donde haga falta, cuando haga falta.

Si no conseguimos los suficientes fondos, no podremos hacerlo.

Pero, es que, además, en 2017, no solo queremos continuar haciendo todo lo que hemos hecho. Queremos hacer mucho más. Y cuando digo queremos, te incluyo, por supuesto, porque estoy seguro de que tú, lorenzo, quieres que en 2017 renovemos y aumentemos nuestro compromiso y nuestros esfuerzos en defensa de la vida, la familia y la libertad.

Centraremos nuestra actividad en cuatro grandes ejes. Se trata de defender los cuatro frentes que se plantea atacar el bloque antisistema, de izquierda y secesionista en esta legislatura y sobre los que pivotará la vida de nuestro país, arrastrada por la presión de estos grupos:

    La batalla de la defensa de la vida, haciendo especial hincapié en la eutanasia, cuya legislación podría abordarse en esta recién inaugurada legislatura.

    La batalla del adoctrinamiento sexual y la destrucción de la familia, con leyes impuestas a espaldas de los padres en gran parte de España.

    La batalla del laicismo. Con ataques y restricciones de diversa índole a la libertad de culto en público.

    La batalla de la ruptura territorial y la desaparición de España tal como hoy la conocemos.

Con tu ayuda, si te haces socio ahora, en 2017 vamos a poder programar nuestro trabajo responsablemente con la tranquilidad de que tenemos los fondos para llevar a cabo nuestras campañas.

En 2017, si contamos con tu ayuda, vamos a hacer todo esto:

    Familia (ataques a la familia). Adoctrinamiento Sexual de Menores: Lanzaremos campañas para continuar desvelando la manipulación de los niños en los colegios, los entramados económicos que hay detrás de los grupos de presión LGTB. Defenderemos a las víctimas políticas, mediáticas y judiciales que cause la aplicación de las leyes de adoctrinamiento sexual.
    Ambulancia Vida: Tenemos ya una, durante algunas horas al día, frente a la Dator de Madrid (el abortorio más grande de España). Aumentaremos el horario de la ambulancia allí. Para eso necesitamos más médicos y conductores. También nos gustaría llevar la ambulancia (otras unidades) a otras ciudades de España.
    ExpoVida-ExpoAborto: Presentaremos la exposición (itinerante) en más ciudades (al menos en 10 capitales de provincia). Queremos traducirla al inglés y actualizar algunos de sus contenidos.
    Marcha por la Vida: Convocaremos la VII Marcha por la Vida, organizando actos paralelos de muy distinto tipo, en los días previos, en una nueva edición de la Semana por la Vida.
    Redes Locales: Localizaremos nuevos y más voluntarios y delegados para aumentar la presencia y las actividades de HO y sus plataformas, sobre el terreno.
    Asia Bibi: Mantendremos el tiempo que sea necesario todas las líneas de ayuda y movilización hasta conseguir la liberación de Asia Bibi.
    Cristianos perseguidos por la Yihad: Seguiremos denunciando el genocidio religioso. Organizaremos actos y daremos conferencias por toda España. Mantendremos la ayuda directa que estamos proporcionando a familias, campos de refugiados, y los estudiantes y las instalaciones médicas de la diócesis de Kirkuk (Irak).
    Congreso Todos Somos Nazarenos: Organizaremos el tercero. Estará dedicado, especialmente, a analizar y denunciar la situación de los niños y jóvenes perseguidos por el yihadismo, con testimonios de víctimas directas del islamismo.
    Laicismo: Crearemos un Observatorio para denunciar los ataques a la libertad religiosa y de culto en España. Publicaremos estudios. Organizaremos actos y movilizaciones en defensa de nuestra libertad (la tuya, la mía, la de todos).
    CitizenGO: Superaremos (es el objetivo) los siete millones de suscriptores. Siendo más, podremos ser más influyentes en todo el mundo defendiendo nuestros valores (los tuyos, los míos). Abriremos sedes de CitizenGO en Polonia (Varsovia) e Italia (Roma) para reforzar la presencia de las campañas en estos países y aumentar sus éxitos.
    Actuall: Incrementaremos la producción de entrevistas audiovisuales para tener más impacto (tenemos ya un millón de lectores al mes), llegar a más personas y tener mayor presencia en las redes sociales, donde nos fijamos el objetivo de alcanzar los 300.000 seguidores (Facebook).
    Contenidos Multimedia: Crearemos un segundo formato audiovisual dedicado a las entrevistas en profundidad sobre nuestros valores, de modo que emitamos cada semana: una semana “Encuentros Actuall” (ya en emisión) y otra semana el nuevo formato.
    Tecnología: Mejoraremos los recursos tecnológicos de nuestra asociación con el objetivo de llegar a más gente, más rápido, con la mejor información, para conseguir más apoyos, más movilizaciones en todos los ámbitos, con más impacto.
    etc.

Lo sé, es un montón de cosas que luego, además, llevadas a la práctica, suponen un número impresionante de horas, de esfuerzos, de trabajo, de recursos de todo tipo y, claro, de… dinero. Por eso te pido ayuda.

¿lorenzo, puedes ayudarnos con una cuota mensual de, al menos, 15 euros para que podamos seguir llevando tu voz en 2017, siempre, donde haga falta, para defender la vida, la familia y la libertad?

https://go.hazteoir.org/hazte_socio_ahora.html (puedes modificar o cancelar tu aportación mensual en cualquier momento)

Sí, es mucho, pero... ¿podemos dejar de hacer alguna de esas cosas, renunciar a trabajar en alguno de esos frentes?

Y a éstos, además, como es inevitable, como siempre pasa, tendremos que ir añadiendo a lo largo del año otras muchas acciones puntuales como respuesta al devenir del día a día.

Algunas de estas campañas podrán ser realizadas gracias a los donativos puntuales que recibiremos a los largo del año, pero otras no. Y en HO tenemos unos gastos fijos que afrontar, como tú, como todos... y hay proyectos que solo pueden salir adelante si se preparan con una cierta anticipación, con la tranquilidad de saber que dispondremos de los recursos suficientes para abordarlos.

Por todo eso, necesitamos más socios (calculamos que, al menos, unos 800) que den estabilidad a nuestro trabajo y nos permitan programarlo adecuadamente, con responsabilidad.

lorenzo, ¿puedes ser tú uno de esos socios, una de esas personas que aseguren el trabajo de HO en 2017?

El próximo mes de enero me reúno (como todos los primeros de año) con la JD de HazteOir.org. Les expondré los planes y proyectos que el equipo de HO ha preparado para 2017 (los que te he comentado más arriba).

Si conseguimos fondos suficientes podremos llevarlos a cabo. Si no, tendremos que descartar algunos, en función del presupuesto de que podamos disponer.

 Es 'tan simple' como eso: podremos trabajar más o menos, hacer o no, en defensa de la vida, la familia y la libertad, en función del dinero de que dispongamos para hacerlo: de tu respuesta a este correo.

Ojalá, Dios no lo quiera, no tengamos que abandonar o posponer nada. Cuento contigo para ello.

Y, durante 2017, cada actividad que emprendamos, cada vídeo que hagamos, cada libro que distribuyamos, cada acto en el que hagamos oír tu voz, cada rueda de prensa que convoquemos, cada recogida de firmas, cada pegada de carteles, cada concentración o manifestación que organicemos o apoyemos, cada camiseta o banderín o pancarta que veas en la calle en los actos que promovamos, cada aparición en los medios que consigamos, cada campaña que lancemos…
 …Todo eso... ¡lo habremos hecho (y sólo podremos hacerlo) con tu ayuda y gracias a ti!

No te entretengo más (muchas gracias por haber llegado hasta aquí) pero no quiero acabar sin desearte, de todo corazón, que en esta próxima Navidad pases unos días felices en compañía de tu familia con la bendición del Niño Jesús.

Un fuerte abrazo,
Ignacio Arsuaga Rato y todo el equipo de HazteOir.org


P. D. Por favor, si puedes, envía tu donativo antes del 31 de diciembre. Haciéndolo así, podrás desgravártelo en el próximo IRPF y nos permitirás cerrar cuanto antes (mi reunión con la Junta Directiva en enero de 2017) los planes de trabajo y proyectos para el año que viene.

HazteOir.org tiene la declaración de entidad de utilidad pública... Esto significa que ayudándonos más, a ti te costará menos (Hacienda te devolverá más del 50% de lo que nos dones).


HO es una entidad de utilidad pública    

   

HazteOir.org tiene la declaración de entidad de utilidad pública (ver B.O.E.). Esto significa que todos los donativos que nos hagas antes de final de año se podrán desgravar, en el ejercicio siguiente, en el pago del impuesto correspondiente. Un 75% por los primeros 150€ que nos dones y un 30% por el resto. Por ejemplo, si donas 200€ Hacienda te devolverá 127,5€ en 2017. Anualmente te enviaremos, por correo postal, el certificado de ​donación a efectos fiscales.​

=================

Cast all your anxiety on Him because He cares for you.
(1 Peter 5:7) GOD’S CARE. Ron Boyd-MacMillan shares the story of Sister Lin and family from North Korea. As Christians, she and her husband prayed for a child for years. After many years she finally conceived. They asked God for a safe delivery because it was now the severe famine period of the mid-1990’s.

Her husband went to search for food but came home weeping. All he could offer her was bark from a tree to make soup. It was not enough to nourish a woman with child. Then her husband went further afield to find food and was shot to death by soldiers as he foraged food from the garbage bags on a train. She was now alone.

When contractions started, she lay on the ground and gave birth to a dead baby boy. She named him after her husband and buried the body. From there she began to walk north and crossed the river into China. A Korean Christian family in China nurtured her back to health.

Telling Ron her story, she asked, “Can I forgive God for making the world this way?” Many of us, if honest, would acknowledge that we often have doubts about God when we see the suffering and pain in our world, just like Sister Lin. But we should value our doubts because they end up bringing God close.

Ron answered her poignant question with another question, “Why are you still a Christian?” Sister Lin replied, “First because my Lord died young and alone in excruciating pain without knowing why either. And secondly, because I have gradually come to see that God’s care is everywhere to be seen, if I can look beyond my own suffering.”

RESPONSE:
Today I will look beyond the suffering I see around me and see God’s love and care.

PRAYER: Thank You Lord that You do care for Your creation and that in our moments of doubt You draw close and reveal the truth of Your love and care.
================

my ISRAEL ] sono dispiaciuto, e costernato, che, SALMAN, sia così anche, stupido oltre che cattivo, da pensare di poterci guadagnare dalla morte di Ebrei e Cristiani!

L’esodo ebraico dai Paesi arabi i nazisti! è questo un insegnamento per l’oggi! La storia dell’esodo forzato degli ebrei dai Paesi arabi racconta molto di quelle realtà che furono costretti a lasciare: Egitto, Libia, Libano, Siria, Iraq, sono nazioni in cui oggi la minoranza ebraica è quasi sparita e non a caso sono società spesso intolleranti, in cui la diversità non è percepita come un valore, anzi. Un dato importante da tenere a mente quando si parla di equilibri tra minoranza e maggioranza, quando si parla di accoglienza e di profughi in fuga dalle violenze come hanno testimoniato oggi alla Commissione Esteri della Camera dei deputati alcuni rappresentanti del mondo ebraico italiano in occasione dell’audizione organizzata proprio sull’Esodo “silenzioso” degli ebrei dal mondo arabo. Un’audizione aperta dal presidente della Commissione Fabrizio Cicchitto, chiesta dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e inserita nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla tutela delle minoranze per il mantenimento della pace a livello internazionale portata avanti dalla Commissione stessa. A intervenire davanti ai deputati presenti, la presidente dell’Unione Noemi Di Segni, che ha ricordato in apertura il silenzio caduto sulla storia degli oltre 850mila ebrei costretti a fuggire dal Maghreb e dal Medio Oriente verso Israele e l’Occidente; l’assessore UCEI alla Cultura David Meghnagi, già ascoltato in passato dalla Commissione Esteri sul tema e che ha dato un inquadramento storico dell’esodo in questione; testimonianze personali ma anche proposte fattive sulla base della propria esperienza di ex rifugiati, sono invece state quelle di Victor Magiar, Consigliere dell’Unione, Carolina Del Burgo, rappresentante del Comitato degli ebrei espulsi dall’Egitto, e il presidente della Comunità ebraica di Livorno Vittorio Mosseri. Presenti in qualità di uditori, la presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello e il portavoce dell’Ambasciata d’Israele in Italia Amit Zarrouk.

la LEGA ARABA ha la coscienza sporca, ed una buona regia truffaldina unitaria! Si è armato bene il Maometto assassino, perché, lui sa che qualcuno, prima o poi, potrebbe cercarlo! ] [ Perché l’ambasciatore russo ad Ankara non aveva un’adeguata protezione? di sitoaurora. Analisi Militares 21 dicembre. Quando fu annunciato che l'ambasciatore russo ad Ankara era morto in un attentato, una delle prime cose che venne in mente è come fosse possibile che succedesse a una figura importante? Immediatamente criticarono il servizio di protezione, perché nessuno sapeva la situazione in cui ciò è successo. In ogni caso, in quel giorno iniziai a cercare informazioni sullo stato dei servizi di protezione dei diplomatici russi in Turchia e sembra che le cose non siano come molti credono. Ciò che è emerso è che da più di 10 anni Ankara non consente la protezione armata dei diplomatici russi in Turchia. Questo compito dovrebbe essere dell'unità speciale 'Zaslon' dell'SVR russo, ma ancora a più di 10 anni, non è autorizzata a svolgerla nel territorio turco. I commenti del funzionario intervistato in questo articolo non sbagliano. Zaslon non aveva il permesso di proteggere le spalle l'ambasciatore durante il discorso e anche che se era protetto da due membri dell'unità ai fianchi, non potevano rispondere a qualsiasi minaccia. Dopo l'omicidio, si parla di nuovo dell'arrivo della protezione armata russa per diplomatici russi in Turchia, ma è sorprendente che con ciò che è accaduto con tale Paese, la rappresentanza diplomatica russa non avesse una migliore protezione. Erdogan con la famiglia della famosa Bana, l'ultima trovata della propaganda islamo-atlantista. Il terrorista che interpreta il papà della “bambina di Aleppo” è membro del gruppo terroristico islamista qataib al-Safwa ad Aleppo dove sicuramente ha ucciso molte persone agli ordini di Ankara. La foto è anche chiaramente un messaggio su chi abbia armato la mano del poliziotto-terrorista che ha ucciso l'Ambasciatore Andrej Karlov.







Caro amico,
esprimendoti i migliori auguri per il Santo Natale che si avvicina, ci permettiamo di chiederti di aggiungere un dono al tuo Albero di Natale.
Ti chiediamo un donativo per la nostra e per la tua Corrispondenza Romana.
Te lo chiediamo perché abbiamo bisogno di aiuto per combattere la nostra battaglia in difesa della Verità.


Te lo chiediamo perché sappiamo che il dono è un gesto che eleva e nobilita l’uomo e il Santo Natale ci offre l'occasione per compiere uno di questi gesti significativi.
Tra tutti i doni che riceviamo durante il Santo Natale, nessuno è tanto grande quanto Gesù Bambino, fonte di ogni Grazia materiale e spirituale che possa essere elargita agli uomini. In Lui risplende in tutto il suo fulgore la Verità che serviamo e a Lui chiediamo di ricompensare la sua generosità nell'aiutarci.


Ai piedi del Santo Presepio Ti ringraziamo di tutto cuore e Ti assicuriamo le nostre preghiere e la nostra amicizia.


La Redazione di Corrispondenza Romana


Perchè aiutarci ?
Corrispondenza Romana, è un’agenzia di stampa cattolica insostituibile per il ruolo di informazione e di orientamento che svolge nella confusione attuale.
Esce regolarmente, ogni settimana, da oltre trent’anni.
È totalmente indipendente da potentati economici o politici e vive solo del contributo dei suoi lettori.
Ma soprattutto è una voce chiara, documentata e indipendente, che fa della Verità il suo unico cavallo di battaglia.

Inviaci oggi un’offerta con una di queste modalità:


- Direttamente on-line: tramite il circuito Paypal

- Alle poste: Conto Corrente Postale n. 60849007 intestato a: Associazione Fiducia, Piazza Santa Balbina 8 - 00153 Roma; indicando nella causale “libera offerta per Corrispondenza romana”.





- In Banca: Bonifico sul Conto Corrente Bancario intestato a Associazione Fiducia, indicando nella causale “libera offerta per Corrispondenza romana”.


Iban: IT 35 C033 5901 6001 0000 0112 782



Da casa: inviando un Assegno Bancario non-trasferibile intestato a: Associazione Fiducia, all’indirizzo: Associazione Fiducia, Piazza Santa Balbina 8 - 00153 Roma.


Visita il nostro sito web: www.corrispondenzaromana.it

Scrivi a: info@corrispondenzaromana.it


Your support helps traumatised believers like Aurora* heal from their wounds.








Aurora* wasn’t sure she would survive after watching her husband get beaten to death because he spoke Christ’s truth to hostile gang members in Colombia. The trauma was just that great.

But since Aurora has been meeting with an Open Doors Trauma Care counsellor, she’s begun to heal from her wounds. She shares…





“In the future, I would like to help other people who have undergone similar things as me. God has helped me; therefore, I can help them.”




It’s only through the support of friends like you that traumatised believers can receive the compassionate counsel they need to heal and move forward in life.




So thank you for your generosity to help care for believers like Aurora – and for any gift you’re led to give today to help encourage others like her.




Together in His service,







Jan Gouws

Executive Director, Open Doors Southern Africa


I want to encourage other believers like Aurora >>



*Name changed and representative image used for security purposes.
Please use your Open Doors Donor Number: TE1612/0319660, when completing the online form.

If you would like to make a donation via EFT (Electronic Fund Transfer) please see our banking details below:
Open Doors Southern Africa
ABSA - Northcliff (632005)
Acc. nr. 160340568 (Current/Cheque)

Nedbank Business Account (198765)
Open Doors-Geopende Deure
Acc. nr. 113 750 4552

Open Doors Donor Number: TE1612/0319660, when making an EFT donation.

©2016 Open Doors Southern Africa, All rights reserved.
You are receiving this e-mail because you opted in on our Open Doors website or at an Open Doors meeting.

Our mailing address is:
Open Doors Southern Africa
P O Box 1771
Cresta
Johannesburg, Gauteng 2118

PM Netanyahu visits ICEJ offices in Jerusalem to deliver Christmas message.


PM NETANYAHU SENDS CHRISTMAS GREETINGS FROM ICEJ OFFICES




We were honored to host Prime Minister Benjamin Netanyahu at our headquarters in Jerusalem on Wednesday, December 21, where he delivered his annual Christmas Greetings to the Christian world.




From the courtyard of the ICEJ, Netanyahu delivered words of encouragement and solidarity to Christians, making special note of those being targeted for their faith.




With Christmas falling this year on the same day as the Jewish festival of Hanukkah, I responded by wishing the prime minister a “Happy Hanukkah,” and giving him a silver Hanukkah dreidel as a gift.




It was a great honor to host the Prime Minister at our Embassy headquarters and to receive his good holiday wishes for Christmas. We know his warm, sincere remarks will be greatly appreciated by Christians in lands far and wide. It also was a thrill to respond with our own ‘Happy Hanukkah’ wishes for him, his family and all the Jewish people.




This indeed is a season when both communities can celebrate the triumph of light over darkness. And this timely display of solidarity shows once more that Israel is a country where religious freedoms are not only safeguarded but even encouraged.”


Merry Christmas and Happy Hanukkah!

In Christ,







Dr. Jürgen Bühler

Executive Director








Come to Jerusalem for the 2017 Feast!

Get a $75 discount on the price of full registration now through 31 Dec. Join us in Jerusalem from 6-11 Oct and rejoice with Israel in the 50th anniversary of Jerusalem's reunification!






You are receiving this email because you opted in via our website.




Our mailing address is:


ICEJ


P.O. Box 1192

Jerusalem 91000


Israel





giovedì 22 dicembre 2016


Andrea Tornielli
Papa Francesco: La riforma non è un lifting. Temiamo le macchie, non le rughe.


Auguri natalizi ai curiali: il Papa presenta i 12 criteri guida delle riforme. Ci sono «resistenze malevole» e «gattopardismo spirituale». È «indispensabile» farla finita con il «promoveatur ut amoveatur», …


Continua a leggere



Greg Kandra
L’importanza di mantenere la Messa di Mezzanotte… a mezzanotte


Sono sempre più le parrocchie in cui la "Messa di Mezzanotte" è stata spostata alle 21 o le 22. Sì, è più pratico, ma così facendo stiamo perdendo qualcosa di antico e misterioso


Continua a leggere



Aleteia
“C’è una sorpresa sotto l’albero” e trovano il nuovo fratellino. Guardate la reazione delle tre bimbe!



Continua a leggere



Lucandrea Massaro
L’arte di essere fragili: a scuola di vita da Leopardi


L'ultima fatica di Alessandro D'Avenia a confronto con Giacomo Leopardi


Continua a leggere




Chris Tomlin
Ascolta la sua voce in questo brano di Natale, capirai perché è stata eletta “Artista dell’anno”





John Burger
Il paese turco dove San Nicola distribuì doni è meta di pellegrinaggio per fedeli russi


Demre …



Katrina Fernandez
La direzione spirituale è per chiunque?


Consigli a un neocattolico su come e perché cercare un direttore spirituale





Marinella Bandini
I bambini malati decorano l’albero di Natale del Papa


Nei laboratori di ceramica i sogni prendono forma. Grazie alla Contessa Thun che voleva “donare gioia a se stessi e agli altri”





Gelsomino Del Guercio
Le 3 messe di Natale e la tentazione del demone goloso


Una leggenda ambientata in Francia nel '600 racconta di un episodio avvenuto nel castello di Trinquelage





Paola Belletti
Occorre arrendersi alla propria vittoria…perché i miracoli arrivano se e quando Dio vuole






Silvia Lucchetti
Il Natale: la più grande “Storia infinita”


Una narrazione in versi della nascita di Gesù per vivere in letizia, insieme ai più piccoli, il Santo Natale





Catholic Link
Come sarebbe la nascita di Gesù ai giorni nostri? Un video forte






Gaudium Press
Ecco il volto di Babbo Natale!


Gli scienziati di un'università britannica ricostruiscono il volto di San Nicola






martedì 20 dicembre 2016





Lucandrea Massaro
La maternità non è un ruolo sociale. Lo dice la scienza


Le ricerche di neurofisiologia spiegano come il cervello delle donne cambi e migliori durante la gravidanza per sviluppare le abilità necessarie alla cura dei figli


Continua a leggere



Silvia Lucchetti
Padre Livio: «Se satana è potente, Dio è onnipotente»


Il direttore di Radio Maria ci mette in guardia dalla potenza del maligno e ci indica le armi per vincerlo


Continua a leggere



Padre Henry Vargas Holguín
Vuoi credere in Dio? Fa’ queste 5 cose!



Continua a leggere



Gelsomino Del Guercio
Don Bosco e i soldi: 6 episodi in cui la Provvidenza ha aiutato il santo dei giovani


Dalla intercessione della Madonna ai doni di sconosciuti sino alla realizzazione del santuario dell'Ausiliatrice


Continua a leggere



Andrew Mentock
3 grandi lezioni del nostro corso prematrimoniale


Cosa può insegnarci sul matrimonio un prete che …



JJ Wright
Una riflessione sull’Antifona “O Radix”


Un antico antico testo sacro da ascoltare e …




Paola Belletti
Ci sono cose che ci stanno strette




Maria Paola Daud
Che ne è stato della culla di Gesù Bambino?


Sorpresa! Non è a Betlemme!



padre Carlos Padilla
L’uomo che decideva rinunciando per amore


Il suo silenzio è stato il passo più grande che ha compiuto in vita sua



Aleteia
Ecco il luogo in cui è nato Gesù!


Betlemme, la “Casa del Pane”



Catholic Link
Trovare la felicità al di là dei paragoni




Anna O'Neil
Confessioni di un’ingrata


Il senso della gratitudine e l'importanza di essere grati



Unione Cristiani Cattolici Razionali
Il bellissimo saluto di fine corso universitario di questo docente di matematica


Un professore di grande spessore che capisce l'impatto del suo lavoro sulla vita e la formazione dei giovani e …





padre Carlos Padilla
Restano 6 giorni d’Avvento: sei ancora in tempo per decongestionare la tua vita…


… e scrivere un augurio o preparare un regalo che ti sbocci dal cuore



Daniel R. Esparza
5 cose che non sapevi su San Nicola


Il santo che "porta regali a Natale" non è esattamente il personaggio vestito di rosso che vediamo nelle pubblicità
 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.